Spagnolo GIM internazionale, ha continuato con successo

Sono arrivata l'edizione di questo primo trimestre di 2015, con contenuti definitivamente preziosi in lingua spagnola.

Gim internazionale

Solo i temi dicono il valore dei loro collaboratori:

  • Emerge una nuova era nell'amministrazione del territorio. Questo è un grande articolo che Chrit Lemmen e tre colleghi più parlare come i processi, le applicazioni e gli approcci globali stanno portando la gestione dei diritti oltre la semplice sbuffo di ISO19152 UML.

  • Contribuire il colore alle nuvole dei punti. Sam Fleming, Iain Woodhouse e Antoine Cottin ci dicono come gli sviluppi nel Lidar multispettrale stanno cambiando il modo in cui le nuvole di punti vengono visualizzate.

  • ¿Il GIS è morto? David Rhind parla di quello con il quale hanno rinominato un libro iconico, proponendo la proposta Sistemi e Scienze delle Informazioni Geografiche (GISS).

  • Ford e l'arte della manutenzione su una mappa. Questa è un'analisi eccellente che rende l'analogia dell'approccio di Ford all'infinità di debiti. Nulla di gran lunga considerando la quantità di denaro investito nei nostri processi di digitalizzazione e l'aumento ... e così poche informazioni sull'aggiornamento e il recupero dei costi.


  • L'indagine è una professione che deve pensare in anticipo. Per la prima volta una donna presiede la FIG, e GIM International prende il tempo per fare domande incisive di 16.

  • Ridefinire il livello dei dettagli per i modelli 3D. Questo è un fumatore medio-astrale, per quanto riguarda la complessità del livello di dettaglio (LOD) nell'applicazione di standard per i modelli della città 3D.

  • Analisi della deformazione di una diga di prova. Questo è un caso di utilizzo delle unità di volo autonome, per controllare per due anni non solo le deformazioni di una diga, ma la prova che queste squadre sono più che pronte per i processi di geo-ingegneria.

  • Integrazione di informazioni geospaziali. Questo articolo di Jose Santizi riassume in modo piuttosto affrettato come l'evoluzione tecnologica al servizio della geomatica, nel caso dei drones, è venuta a creare nuove soluzioni e in un rimbalzo anche a richiedere maggiori precisioni.

Le nostre congratulazioni a Geomares, per aver insistito su questa pubblicazione dedicata al nostro ambiente ispanico, con applicazioni attuali come quelle che vediamo in questa edizione.

Come suggerimento, anche se ora la rivista ha un collaboratore lingua spagnola è migliorata stile "google translate" la qualità, ma la qualità di scrittura tecnica potrebbe migliorare l'interpretazione dello spirito della scrittura originale.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.