Implicazioni del cambiamento da ArcMap a ArcGIS Pro

Rispetto alle versioni di ArcMap Legacy, ArcGIS Pro è un'applicazione più intuitiva e interattiva, semplifica processi, visualizzazioni e si adatta all'utente attraverso la sua interfaccia personalizzabile; puoi scegliere il tema, il layout del modulo, le estensioni e non dovresti preoccuparti di disinstallare in precedenza quando c'è un nuovo aggiornamento.

Cos'altro possiamo aspettarci da ArcGIS Pro?

Innanzitutto, la sua costruzione basata su bit 64 include applicazioni come ArcCatalog, ArcGlobe o ArcScene, consentendo di navigare simultaneamente nelle viste 2D e 3D, è possibile memorizzare in un singolo progetto.aprx Mappe multiple, layout, database, toolbox e stili.

A livello di efficienza, è possibile eseguire diversi processi contemporaneamente e utilizzare i flussi di lavoro che renderanno la vita più facile, tuttavia, dagli strumenti 928. ArcMap, Alla data di costruzione di questo articolo, solo 723 si trovano in Pro. Si prevede che nella versione di fine 2018 tutte le funzionalità siano state integrate, tra cui Tessuto pacchi questo è ora chiamato Land Records

La velocità di movimento tra le visualizzazioni è più veloce e più dinamica, il che è un sollievo. Se torniamo indietro e ricordiamo come funziona ArcMap, abbiamo dovuto usare il pulsante destro e sono stati visualizzati i menu delle proprietà dei dati, sia esso layer vettoriale, raster ecc. nel caso di ArcGIS Pro, processi come: tagging o simbologia sono più semplici, grazie al menu di stile nastro o tape, questo è amichevole, contestuale e ordinato: lo stile a cui siamo già abituati dagli utenti di AutoCAD o Microsoft Office.

Funzionalità di ArcGIS Pro che è necessario tenere a mente:

Per ottenere licenze per l'uso di Pro, dobbiamo essere registrati presso un'organizzazione, che ci consente di avere una relazione più stretta con l'utente. I tipi di licenze sono uguali a quelli trovati in ArcMap, Di base, standard e avanzato. Questo GIS può essere utilizzato sia online, connesso alla rete della propria organizzazione, oppure è possibile lavorare offline, ovvero disconnettendo la licenza, oppure se non si dispone di una connessione Internet, è possibile anche concedere in licenza ArcGis Pro, senza alcun inconveniente.

Quando si avvia è possibile visualizzare il pannello ArcCatalog, in cui è possibile trovare i menu in cui sono ospitati gli strumenti utilizzati. Nelle mappe puoi vedere tutte le viste che hai all'interno del progetto, nella casella degli strumenti o toolboxes le funzioni che abbiamo utilizzato per creare le mappe verranno visualizzate, in formato stili tutte le apparenze o le simbologie sono localizzate, come molte delle mappe 3D come da 2D, in Database i database geografici che abbiamo creato si trovano o includono quelli necessari per il nostro progetto.

  • In questo pannello abbiamo anche, locatori per tabelle, geocodifica, connessioni a tutti i tipi di server ecc. Qual è il vantaggio di questo? All'apertura del progetto .aprx hai archiviato tutti i dati e puoi aprire il tuo progetto da qualsiasi computer grazie ai suoi modelli di licenza, un problema che non si verifica con il .mxd sono ospitati su una singola macchina e da lì devi lavorarli.Per quanto riguarda la simbologia, puoi vedere gli stessi elementi di Arcmap tranne un'eccezione che è: creare mappe di calore, questa opzione è super veloce e non richiede la corsa nessun tipo di strumento per generare i dati.
  • Una delle cose di più grande è che non è necessario attivare e disattivare la modifica ogni volta che si apporta una modifica, che era necessario eseguire in Arcmap,

  • Nel riquadro del contenuto, dove sono stati osservati i livelli, è stata aggiunta una nuova applicazione grafica o grafici, Questo ti aiuterà a generare le analisi necessarie, ma, se vuoi qualcosa di più visivo, come essere presentato, puoi usare lo strumento di infografica.

A seconda del livello selezionato, apre alcune schede sul nastro in cui è possibile accedere all'intera gamma di opzioni. Dall'aspetto, dall'etichettatura e da altre funzioni come quella che abbiamo trovato in estensioni come Xtools Pro.

  • Integra funzionalità migliorate per immagini, È possibile connettersi a server gratuiti e ottenere le tue immagini, o utilizzare uno che avete scaricato in precedenza, si ha la possibilità di creare prodotti a valore aggiunto in un clic, come ortorectificaciones, nuvole di punti, NDVI, mappe di calore, valutazioni, ecc, e se non ti piace nessuna funzionalità, il vostro sviluppa e condividerli con altri utenti, è qualcosa che utilizza Qgis per esempio, dove è possibile sviluppare add-on (i plugin) o installarne uno creato da un altro collega.

  • Per geologi, geofisici e altri geologi, ArcGis Pro integra un componente aggiuntivo di Microsoft che consente di eseguire i processi come, convertire i formati .grd a ESRI per eseguire analisi, importare raster senza dati geografici (georeferenziati) dalle profondità della superficie e visualizzarli in 3D con la loro posizione esatta, applicare simbologie o tavolozze di colori standardizzate per i tuoi prodotti, tra le altre funzioni che ti aiuteranno. Non dimenticare di scaricarlo, poiché è completamente gratuito: https://www.geosoft.com/products/add-in-for-arcgis-pro
  • La novità di questo sofisticato GIS è la sua integrazione con il web gis, connettendosi con ArcGIS online, che consente di: pubblicare mappe, funzioni, geoprocessing o modelli e rivedere quelli di terzi, ottenere crediti per archiviare dati, accedere ad altri contenuti Premium, scaricare e utilizzare applicazioni dal browser e / o dispositivi mobili, tra gli altri.

  • Quando finisci i tuoi progetti puoi creare pacchetti di progetti o Progetto del pacchetto, con altri membri della tua organizzazione, puoi aggiornarlo tutte le volte che è necessario, dato che la data di modifica di ogni pacchetto è associata e i tuoi colleghi possono scaricare la versione del progetto di cui hanno bisogno.Se non sei sicuro di quale sia lo strumento per, Posiziona il cursore sul pulsante e ti mostrerà le basi delle sue funzioni.

  • Gli script e gli strumenti che sono stati creati possono essere utilizzati in ArcGIS Pro, con alcune eccezioni e modifiche, poiché Pro utilizza Phyton 3.5 e ArcMap utilizza la versione 2.7. Lo strumento Phyton può essere posizionato nel menu Analisi.
  • L'ESRI ha già confermato che Pro sostituirà ArcMap, sarà sottolineato nei miglioramenti e aggiornamenti di Pro, poiché come sappiamo l'architettura di ArcMap È a 32 bit, il che rende impossibile introdurre aggiornamenti importanti, ma puoi ancora convivere per un po ', almeno fino al 2022, mentre ti ci abitui puoi continuare a lavorare sui tuoi progetti. mxd da ArcMap, .3dd da ArcGlobe e .sxd da ArcScene in Pro.

Installazione di ArcGIS Pro

Se desideri installare ArcGIS Pro, devi seguire questi semplici passaggi:

1. È necessario creare un account presso ESRI per ottenere in seguito la licenza del prodotto, troverai un modulo per iniziare a testare la tua versione di prova per 21 giorni.

2. Inserisci il tuo account My Esri e configura la tua organizzazione, questo è importante, poiché quando apri l'applicazione, appariranno la tua email e i dati associati a ESRI.

3. Individua il pulsante per scaricare la versione di prova da My Esri,  http://my.esri.com, è compatibile con Windows 7, 8 e 8.1. controlla i requisiti di sistema in modo che tu possa correre bene sul tuo PC.

4. Dopo aver eseguito il programma di installazione, accedi a esri.com, vai alla scheda di gestione delle licenze e scegli l'opzione per configurare le licenze, assicurati di attivare le estensioni e indica ASSEGNA.

5. La tua licenza è stata configurata e puoi ora eseguire l'applicazione.

6. Ti verranno chieste le tue credenziali ESRI e voilà! Ora puoi usare ArcGIS Pro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.