MapInfo: Ieri, oggi e forse domani

software gis

MapInfo è un software che è stato reso popolare regolarmente come alternativa competitiva al dominio ESRI. Molto è stato scritto su questo strumento, voglio dedicare questo post alla revisione delle tendenze piuttosto che delle capacità, che secondo lo studio Daratech del 2008 si colloca al settimo posto in base alle vendite del 2008 e al sesto in termini di GIS tradizionale . Come vorrei sapere quale partecipazione hanno le piattaforme open source che ora hanno un buon livello di maturità.

software gis

Prima che siano:
1. ESRI
2. Bentley
3. AutoDesk
4. Intergraph
5. GE Energy (SmallWorld)
6. Leica (Erdas e altro)

software gis

Ieri: un'alternativa all'ESRI

MapInfo è emerso negli anni '80 per competere da un'alleanza con Microsoft contro i due estremi che significavano ArcView e Workstation Arc / Info; entrambi provenienti dall'ambiente UNIX, uno più semplice che spregevole e l'altro estremamente astrale come sarà sempre considerato. Quindi in questo panorama MapInfo appare come una soluzione leggermente più economica di ArcView, con un aspetto più amichevole perché somiglia a Windows ma con versioni sia per Macintosh che per UNIX.

Nel frattempo, il resto era in altre ondate, Bentley era insignificante prima dei geofumi significava Intergraph, AutoDesk stava combattendo il suo mondo CAD, GE SmallWorld non esisteva nemmeno nei sogni (e se non fosse stato per GE non esisterebbe). Quello che esisteva era ERDAS, che ora acquisito da Leica e aggiunto agli altri accessori compare al sesto posto.

Per il momento solo Viene visualizzato Windows 95 siamo rimasti sorpresi di cose molto semplici ma che erano meravigliose in MapInfo, come il pulsante esc per bloccare i processi appesi, anteprima zoom, modifiche nelle directory senza perdere il collegamento, trasparenze, facilità di associare uno a molti e molti a molti. Cose che ArcView 2.1 non ha fatto, per non parlare della creazione di curve di livello, che con l'integrazione Vertical Mapper MapInfo poteva fare, e che solo Arc / Info ha gestito ma sappiamo già a quale costo (tra $ 10,000 e $ 20,000).

Poi MapInfo a quel tempo era una grande alternativa alla tirannia della lattina è stato ArcView 2x, ha continuato la battaglia fino 3x e poi è apparso un gap mentale che pochi ricordano consistesse.

Oggi, uno strumento robusto

Gli utenti di MapInfo lo difendono con le unghie e con i denti, sebbene conoscano i suoi punti deboli (nelle versioni precedenti alla 9) nel trattamento delle immagini, è accettato che per la generazione di prodotti di output (mappe per la stampa) sia meraviglioso. Alcune funzionalità in stile AutoCAD sono molto attraenti, come il controllo dei livelli e l'editing vettoriale, tra le cose che mi hanno stupito di più, personalmente è l'esportazione in pdf con controllo di strati, in cui gli strati possono essere spenti o con un pannello laterale.

software gis

Quello che succede è che MapInfo è diventata una società per azioni, ea seconda di chi ha più azioni è complicato se confrontato con società private come ESRI e Bentley, per fare due esempi. Pertanto, per vedere MapInfo bisogna considerare queste diverse fasi: prima della versione 7, prima della versione 8 e prima della versione 9. Da qui il rigore nel suo Ciclo di vita dei prodotti.

software gis Se abbiamo misurato Mapinfo contro ArcView 9x (senza estensioni), vanno ai calci di rigore e lo batte in termini di funzionalità. Se lo misurassimo con molteplice, perde in termini di geofumato e prezzo, ma batte nella generazione di prodotti di uscita e ambiente amichevole. Quindi MapInfo è un ottimo strumento, molto robusto negli standard OGC, è integrato con MapBasic, MapXtreme e Routing per la creazione di applicazioni personalizzate non solo per desktop ma per il web.

A livello di client, Mapinfo supporta WMS, WFS, SFS e GML; mentre come server MapMarker, MapXtreme ed Envinsa fanno le loro acrobazie. MapXtreme soddisfa sia come client che come server.

Il restyling della versione 10 è un ottimo fumo, basato sulle versioni precedenti ma mi dà l'impressione che lo abbiano trasformato come il calzino di un venditore di gelati. Si può vedere, piuttosto che aggiornare l'interfaccia, un grande sforzo per far avverare molti punti deboli delle versioni precedenti, inclusa la sua interazione con Postgre e PostGIS è molto significativa.

Forse domani

Il lato negativo di tutto questo è quello di essere una società pubblica e di acquisire la maggioranza delle azioni per Pitney Bowes, Accade di MapInfo un altro strumento la grande azienda che non ha il GIS come priorità. Quello che PitneyBowes sta cercando è uno strumento con il quale può effettuare adattamenti geospaziali alle sue piattaforme di localizzazione, quindi l'acquisto potrebbe essere più dannoso che vantaggioso per lo strumento.

software gis Il mio presagio è negativo, ma è quello che non accade a un'azienda privata, dove il suo ideatore vede non solo i soldi che può generare ma anche l'orgoglio di averla vista nascere e non a meno che la crisi economica non sia insopportabile, non è la sua prima uscire vendere al miglior offerente o liquidare a causa della mancata produttività.

Si spera che non sia così, perché la loro quota di mercato è significativa e più che un mercato, sono clienti che si aspettano di mantenere la fedeltà in entrambe le direzioni. Molti strumenti di cui ho parlato qui, come CadcorpGIS collettore vorrebbero avere quel privilegio.

4 risposte a "MapInfo: ieri, oggi e forse domani"

  1. Che tipo di opinione?
    Mapinfo è un potente strumento per lo sviluppo di processi di acquisizione e analisi di dati spaziali. Ma dipenderà da cosa pensi che ti stiano chiedendo di darti un suggerimento.

    saluti

  2. Che tipo di opinione?
    Il software Mapinfo è un'applicazione robusta se si desidera acquisire o analizzare i dati spaziali.

  3. Sto sviluppando un progetto per la scuola che mi chiede di utilizzare mapinfo per l'area della produzione di caffè
    Potrebbero dare loro il loro punto di vista

  4. Beh, sono d'accordo con l'omen negativo. Ho soggiornato nella versione 6, e ora che sto cercando informazioni Mapinfo, la modifica dell'indirizzo è completamente evidente. Tuttavia, il nuovo approccio non mi adatta affatto, ho perso in un mare di paragrafi inutili.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.