Perché grazie a neogeographers come Google

Questo è il nome dell'intervista che Eric Van Rees ha condotto con gli uomini importanti di tre aziende eccezionali nelle tecnologie geoinformatiche:

  • Jack Dangermond, presidente di ESRI
  • Richard Zambuni, direttore della linea geospaziali Bentley
  • Ton de Vries, esecutivo Bentley nella linea del catasto e dello sviluppo terrestre
  • Halsey Wise, Presidente e Amministratore Delegato di Intergraph

geo infromatici

Il documento è interessante e arriva in un momento in cui l'evoluzione delle tecnologie desktop (Desk GIS) si è evoluta un po 'verso il web (Web GIS) e la sua integrazione con il CAD ha fatto molti progressi. Oltre alla crescita e al consolidamento degli standard di scambio e integrazione.

geo infromatici L'intervista si basa su una serie di domande, in cui ciascuno dei partecipanti solleva la visione della propria azienda contro l'andamento del mercato. Queste sono le domande, tradotte non letteralmente:

  1. Qual è il ruolo degli specialisti GIS in futuro? Avranno più competenze informatiche o continueranno a considerarsi esperti di GIS? O forse abbiamo bisogno di specialisti che hanno molteplici padronanza di tecnologie, economia, scienze sociali e legali applicate alla geoinformazione?
  2. Pensi che gli strumenti GIS basati su desktop continuino o siano sostituiti da quelli basati su server?
  3. La vostra azienda ha la responsabilità della crisi globale? Ciò include opportunità di applicare il GIS? E come?
  4. In Europa, l'industria GIS è basata su INSPIRE, GMEIS, SIX e GALILEO in questo momento. Negli Stati Uniti questo non li interessa, ho l'impressione che l'industria qui sia basata più su ciò che fanno Google, Microsoft e Yahoo e su come integrarsi con loro. Cosa ne pensi?
  5. L'integrazione del CAD con il GIS è una capacità che diventa più importante ogni giorno. Qual è la soluzione attuale che la tua azienda deve ora realizzare questa integrazione GIS-CAD? Come vedi il futuro: continueremo a vedere queste due specialità o pensi che verrà il momento in cui entrambe avranno una totale integrazione?

Se vuoi vederlo, devi consultare l'edizione di giugno della rivista Geoinformatics, che oltre porta articoli interessanti come:

  • Dati Sonar per il fondo marino
  • Mappa dell'utilizzo del territorio in Australia
  • geo infromaticiMappatura del mondo con software GIS gratuito. Questa è la continuità alla linea da cui hanno tratto tre versioni precedenti sugli strumenti GIS open source. L'articolo è interessante, basato sul libro di Gary E. Sherman, con quel nome, vedi il grafico e la posizione che danno a gvSIG a livello di specialità dell'utente.
  • AutoDesk, salvando le città dalla sovrappopolazione
  • Cicade e sistemi DIMAC.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.