standard applicativi topologici nel contesto geospaziale

Una delle affermazioni 6 2014 catastali, cresciuti in 1995, che molti esperti della Federazione Internazionale dei Geometri poste come sarebbe il Catasto nell'anno 2014, è stato "La cartografia catastale farà parte del passato. La procedura sarà modellismo".

La cartografia è una disciplina molto antica, e in ogni momento è stata al servizio di iniziative di grande importanza per l'essere umano, a seconda dei tempi: Conquiste, Guerre, Religione, Ricerca, Turismo, Ecologia, ecc. Oggi non è un caso diverso dalle altre volte, anche se i prodotti della rappresentazione sono totalmente diversi; prima che una mappa fosse una vera opera d'arte per il livello di dettaglio e il costo della sua preparazione. Gli standard in questi tempi erano circoscritti ad aspetti del carattere visivo, come dimensioni delle lettere, simbologia delle linee, punti, riempimento, trama, ecc. anche se i principi scientifici sono ancora quasi gli stessi nell'era attuale. Le limitazioni tecnologiche hanno reso necessario gestire diversi modelli di dati, in diverse scale.

Oggi disponiamo di banche dati, sistemi informatici e sistemi di comunicazione interconnessi, in modo che diverse versioni della realtà possano essere rappresentate nello stesso modello di dati.

topologia standard

L'immagine del campione, è solo un caso della complessità della nostra vita reale, applicata al caso di gestione del territorio:

  • C'è una proprietà originale.
  • Al culmine si è assegnato il diritto di una compagnia telefonica per esplodere uso durante 25 anni.
  • Inoltre, c'è una strada che è stata costruita verso la società che possiede la torre, sulla quale non solo ha il diritto di passaggio, ma la responsabilità di investire dollari 8,000 ogni anno in manutenzione.
  • La casa del proprietario è caduto in fondo alla strada.
  • Inoltre, c'è un'area contrassegnata in giallo, il cui diritto di proprietà è un testamento che il proprietario deceduto ha scritto. Questo testamento ha detto che il figlio sarà il proprietario della proprietà, una volta che si sposa e suo figlio è nato. Altrimenti, il bene deve diventare proprietà comune. Il figlio si è sposato, ma ha scoperto di essere sterile. La corte suprema non può risolvere nulla per quanto riguarda la volontà di emettere una sentenza, soprattutto ora che sua moglie è transessuale e non può avere figli neanche ...

È chiaro che nell'ultimo caso ho esagerato solo per ricordare l'ampiezza dello spettro delle possibilità. L'arrivo dell'era dei computer segna sicuramente una pietra miliare nella gestione delle informazioni, non solo perché abbiamo bisogno di creare sistemi per l'interazione umana, ma perché l'interesse a condividere le informazioni in contesti internazionali è globalizzato. Il caso di ISO 19152 È un chiaro esempio di come tutte queste possibilità sulla somministrazione terreni sono stati modellati, classi, sottoclassi e attributi definiti per ogni caso possibile esistente.

Piuttosto che dare complessità al tema, ciò che lo standard LADM (ISO 19152) cerca è di aiutare l'istituzione incaricata di gestire il territorio in un paese per adempiere al suo ruolo generico, indipendentemente dalle sue dimensioni, collegamento al registro - Catasto, ecc. E quel ruolo generico sarà sempre:

  • Tenere un elenco aggiornato dei diritti di proprietà.
  • Fornire informazioni al pubblico su questo record.

Quindi, la modellazione è una tendenza di applicazione matematica all'era geospaziali.

norme topologie

1. Lo standard è un obbligo di equilibrio semantico.

L'inventiva dell'essere umano è aggressiva, più quando la commercializzazione dei risultati è altamente competitiva, ogni giorno siamo sorpresi dalle nuove applicazioni basate sulla gestione delle topologie spaziali. La necessità dello standard nasce proprio per creare un equilibrio tra fornitura i vantaggi della tecnologia nel campo delle basi di dati spaziali, GIS, Internet, open source, i team ad alte prestazioni e, d'altra parte domanda di persone, istituzioni pubbliche e private per interagire con le informazioni in modo efficiente. L'esistenza di questi standard, formalizza il riconoscimento di regole e norme con cui è possibile modellare gli oggetti della realtà sotto lo stesso linguaggio semantico. La validità internazionale accettata di un'organizzazione internazionale di standardizzazione (ISO) consente oggi, -nel caso di geografia- che il flusso che coinvolge l'acquisizione, l'elaborazione, l'analisi, la presentazione e il trasferimento di dati spaziali tra diversi utenti, sistemi e luoghi sia facilitato. Di conseguenza, le aziende che un tempo monopolizzavano la propria posizione con prodotti o servizi, ora cercano di rendere visibile il rispetto degli standard.

2. Il ruolo dell'OGC negli standard geospaziali.

Nel caso degli standard geospaziali, la maggior parte delle norme ISO esistenti sono sviluppati dalla Open Geospatial Consortium OGC -Open GIS Consortium prima- che partecipa al Comitato tecnico (TC / 211) responsabile per gli argomenti di informazione geografica e geomatica, solitamente nella gamma 19000. Nell'OGC, 481 partecipa attualmente a entità, tra aziende, istituzioni e enti pubblici legati alle discipline dell'area geospaziale. Grazie a questa istanza, l'interoperabilità nell'uso corrente delle tecnologie nel campo geografico è stata notevolmente migliorata. È anche necessario riconoscere che parte del merito dell'OGC è dovuta all'attuale tendenza alla democratizzazione della conoscenza promossa dal codice libero. Sebbene l'OGC abbia quel nome da 1994, il suo antecedente è dovuto allo sforzo di sostenibilità del più vecchio sistema di informazioni geografiche open source: GRASS, che esiste dagli anni '70. È anche interessante vedere che c'è un tendenza irreversibile di istituzioni pubbliche, regionali e internazionali per scommettere sulla sostenibilità e l'applicazione degli standard. Il caso dell'Amministrazione del Territorio è evidenziato da iniziative come: INSPIRE, che adotta l'ISO 19152 come specializzazione nella gestione del territorio, LANDxml.org è un altro caso, il servizio europeo di informazione sul territorio EULIS e la stessa FIG.

3. Le sfide dei nuovi professionisti nel settore geospaziale.

terreno xml UMLL'attuale importanza degli standard richiede nuovi professionisti legati al tema geospaziale, che non solo conoscono ma approfondiscono. Oltre a catturare, analizzare, gestire o scambiare dati, devono essere in grado di leggere modelli, interpretare regole, schemi spaziali e, soprattutto, le lingue in cui sono documentati. La sfida non è semplice. I ruoli tradizionali sono stati separati tra quelli che catturano (geometri, geometri), quelli che analizzano (geografi, ingegneri, geologi), quelli che producono materiale finale (cartografi, vignettisti) e coloro che creano sistemi per la gestione dei dati (computer) . Ora tutte le discipline sono combinate nell'uso delle tecnologie, che richiede un linguaggio di modellazione unificato, questo è l'UML.

Ma: Quanti standard dovremmo sapere?

Siamo consapevoli che esiste il rischio di perdersi in così tanti documenti, regole, regole e protocolli. Oltre all'utilizzo di standard, che facciamo ogni volta che integriamo un layer WMS, WFS, è conveniente che i professionisti approfondiscano gradualmente questo contesto.

  • In primo luogo, è conveniente padroneggiare gli aspetti principali del linguaggio UML. Questo può essere fatto accanto alla conoscenza del linguaggio CSL (linguaggio dello schema concettuale), abbastanza semplice da capire poiché il suo scopo è schematico a livello di astrazione dal mondo reale. Lo abbiamo fatto fin dal liceo, quando abbiamo fatto mappe concettuali o mappe mentali; che ha sviluppato la nostra capacità di comprensione, sintesi, astrazione e, il CSL non è altro che uno standard applicato a quel campo.
  • Sarà quindi opportuno conoscere le principali normative, in particolare quelle relative al loro schema di ruolo all'interno del ciclo di produzione di dati geografici. Per citarne alcuni, Spacial (ISO 19107), Temporary (ISO 19108), Qualità (ISO 19115), Dizionario geografico (ISO 19112) e Metadata Scheme (ISO 19115).
  • Nel terzo caso dovrebbe anche comprendere le tendenze dei sistemi architettura di computer, in particolare orientata ai servizi (SOA) come si può chiaramente vedere che processo dalla fase di progettazione a livello metodologico generale dei dettagli e dati.

InsommaL'incorporazione di standard topologici nel contesto geospaziale sono aspetti che, anche se diventano complesso nuovo ruolo professionale delle geoscienze, sono la causa di una crescita sostenibile della domanda di informazioni geografiche per molte discipline quotidiane. Imparare a capire i modelli, ma aumenterà le opportunità per i professionisti che si aspettano di essere competitivi nel nuovo scenario del contesto geografico.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.