Bentley Map, la mia aspettativa per il Be Together

Ho appena ricevuto l'invito a partecipare al Be Together, un evento che risveglia interessanti aspettative, quindi sembra che la crisi economica sia impostata e dobbiamo riattivare le opportunità.

essere insieme

Del meglio

Con la crisi globale, l'anno scorso Bentley ha lanciato il suo seminari online e lasciato per la fine il Lasciatevi ispirare. Non era una cattiva idea, ma in pratica quel contatto con il parlante si perde, quando alla fine lo cerca e gli chiede argomenti specifici che non ha detto nella sua narrazione. Ricorda che gli eventi annuali non sono solo per mostrare notizie, ma per promuovere la crescita di un marchio. Nel caso dei sistemi informativi geografici, non funziona l'acquisto del programma online, poiché l'implementazione, la formazione e il supporto sono aspetti che le aziende devono identificare sotto determinati livelli di fiducia e praticità. In questi tempi di connettività, le relazioni costruite durante gli eventi, il contatto ottenuto dalle recensioni dei blog e la familiarità acquisita con le comunità online oi social media sembrano funzionare.

Ci sono tutti i seminari online, meravigliosi che possono essere visti in qualsiasi momento, ma in pratica si è riscontrato che chi di noi va ad un evento porta con sé aspettative, dubbi e confusione di cui siamo sicuri lasceremo nei quattro giorni che dura l'evento . E, in risposta, possibilmente a quanto rilevato dall'esperienza, viene lanciato Be Together, con il quale gli utenti delle community hanno chiesto:

  • Guide di prodotto interattive
  • Conferenze e dimostrazioni dal vivo
  • Aree di prova
  • Tavole rotonde e forum tematici

Tutto, con quello che non poteva essere fatto lo scorso anno, vedendo i volti.

La mia aspettativa

Essendo coinvolto in alcuni progetti che riguardano ESRI, Manifold e Bantley Map, ho una serie di domande molto specifiche che spero di risolvere. Di base sull'interoperabilità, wfs e motivi per cui non funziona per me, ma la mia enfasi è su questa domanda:

Se io sono un utente di Microstation, molto felice della versione SE, ho potuto capire i visceri di Geographics e GeoWeb Publisher, come è possibile che sia così difficile per me capire il flusso di processo di Bentley Map?

In altre occasioni la mia interlocuzione è stata con la commercializzazione dell'area geospaziale, in questo caso mi interessa solo il tecnico con un semplice dialogo:

- Vedi, questo è il mio progetto, non intendo utilizzare GeoWeb Publisher o Project Wise, solo PowerMap:

Voglio da zero, per creare uno schema xfm, con queste tre categorie: Catasto, Ordinamento, Cartografia

- Nello strato catastale voglio creare un livello chiamato Pacchi

- Voglio aggiungere quattro attributi: chiave catastale, stato fiscale, area e fotografia

Ora voglio modellare la chiave sulla base di una maschera, lo status fiscale sulla base di un dominio booleano, l'area sulla base di un calcolo dinamico, la fotografia sulla base di un collegamento ipertestuale.

-Al livello catastale voglio creare un'operazione che mi sollevi un pannello per memorizzare i dati, e che mi permetta anche di modificarlo. Crea anche un collegamento con una tabella di accesso, dove la tua chiave catastale corrisponde.

-Quindi voglio creare un utente chiamato Catastro, che prende quelle funzioni e guarda l'albero del Command Manager.

Ho già provato, ma voglio vederlo da zero, perché c'è qualcosa in quel flusso che non funziona subito, il secondo sì, e in alcuni casi ne occupa un terzo. Forse sciocco, ma se riesco a capirlo, sarò felice e potrò finire il resto basandomi sull'esempio.

Dopo di che, vado alla mia prossima domanda:

Perché non esiste un tutorial che spieghi questo in modo che le persone comuni vedano che la Bentley Map non è dall'altra parte del sole?

n298551375479_2717 Qualunque cosa succeda, spero di portare le risposte al blog, per coloro che soffrono le stesse pene o hanno aspettative con questo tipo di software.

Quando

17 a 20 di maggio 2010
A Philalelphia, Pennsylvania
Qui potete seguire en Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.