Bentley vuole che il suo dgn sia più popolare

L'anno scorso Stavo parlando di quanto pensasse di poter percepire Bentley con i suoi criteri di modello I. Quest'anno il fumo è più chiaro e di cosa si tratta, dopo aver visto i risultati dell'integrazione di recenti acquisizioni come eB, Exor e un maggiore sfruttamento del potenziale xml.

fig5 Per molti anni il dgn è stato un formato Bentley molto proprietario ed esclusivo, sebbene il V7 con l'alleanza OpenDGN potrebbe essere rilasciato alle altre applicazioni, la versione 8 è stata ancora una caratteristica esclusiva delle grandi aziende che hanno alleanze strategiche elevate. livello, come nel caso di AutoDesk, Oracle ed ESRI. anche se finora solo per leggerlo o importarlo ma non per modificarlo. Le piccole imprese e le iniziative opensource sono rimaste in disparte e, nel caso delle funzionalità xml incorporate in xfm, finora sono state un problema di Bentley.

Ma come si è visto nel trend dello scorso anno, Bentley non vuole più continuare ad avere un format esclusivo e non vuole rinunciare a tutto quello che gli è costato arrivare ad avere il V8, che dopo più di 10 anni sembra essere stato concepito subito. Quando si guarda al modello concettuale dell'I-model, è chiaro che Bentley vuole trascendere l'interoperabilità che le tecnologie ora consentono, senza perdere ciò di cui hanno sempre vantato: precisione (Accurato), ma non solo vuole essere visto dagli ingegneri , se il suo formato contiene informazioni utili di base per altri utenti (autoconsapevole). Sfida forte se riesce a montare sulla barca i grandi e ad aprire le porte ai più piccoli che da giorni si sono risentiti per l'apparente doppio discorso di opendgn.

Il fumo di base: Bentley vuole il suo pdf

È la conclusione preliminare che posso capire. Vuole rendere popolare un formato come Acrobat pdf, come AutoDesk dxf, come png, come txt !!!. Ma il craneada Non si tratta di fare una nuova versione di GNU, ma di far sì che molti programmi leggano ciò che possono utilizzare.

Geofumadas: pensate di generare una nuova versione di dgn con il modello I o nell'era dei 64 bit?

Bentley: Assolutamente no, il dgn V8 è meraviglioso. 

(Essere ispirato 2010, tavola rotonda di ProjectWise)

Per questo motivo, Bentley sta cercando che la parte I-model del dgn abbia caratteristiche d'uso popolari. Ora è possibile visualizzare un dgn e creare routine di base di zoom, pam, selezione, rotazione, markup e revisione dei dati. Questo da thin client:

  • Microsoft Outlook
  • Web browser
  • Microsoft Sharepoint
  • Esplora risorse (da Windows 7)

Naturalmente, si capisce che i programmi CAD / GIS / CAM ei database spaziali non vedranno il dgn, ma la geometria e gli attributi del xml nel modo in cui vengono utilizzati per vederlo.

Il fumo medio, Bentley va dalla quinta dimensione

Questo non è un argomento nuovo, da molto tempo si è tentato di integrare il controllo automatizzato (SCADA) ai dati spaziali. Per fare ciò, tutti i programmi Bentley avranno la capacità di generare modelli I, che includeranno questo livello di integrazione ai flussi di tempo, produttività e ciclo di vita.

Bentley sta anche lanciando il suo ProjectWise Navigator. Finora è gratuito per gli utenti di licenze attive tramite SELECT, penso che continuerà ad essere o avrà un valore simbolico in modo che gli utenti non Bentley possano vedere il potere dietro l'I-model. Navigator è il successore del primitivo Bentley View e successivamente mutato in Bentley Redline, ma ora con funzionalità ben oltre la visualizzazione, l'annotazione e la stampa:

  • Può leggere formati dgn, dwg, dxf; e presumo che tu possa fare di più. A questo livello il PW Navigator rimane a un livello base (3D) di ciò che stava facendo, sebbene sia possibile anche vedere i dati tabulari associati agli oggetti e forse il rendering di base.
  • Dove si trova il potenziale è negli altri due livelli, per se il DGN è stato generato con I-modello di compositore, è possibile vedere le caratteristiche specifiche di un livello di transazione (4D), essendo in grado di interagire con le osservazioni e la memorizzazione dei dati nel giro di discipline processo controllato durante l'esecuzione o il funzionamento (5D).

Fumo astrale: Bentley vuole andare nella quinta dimensione.

  • Se è un dgn comune, verranno visualizzate solo le proprietà di base degli elementi come colore, spessore, livello, priorità, imbottitura, coordinate, ecc. Che aspetto avranno dwg, dxf e geopdf. Con questo comprendiamo le opzioni per essere in grado di vedere, eseguire il rendering, disattivare / attivare i livelli, ingrandire, ruotare, stampare, ecc.
  • Ma se è stato trattato da Revit o Staad, puoi vedere le caratteristiche di quella disciplina. Così come se fosse stato trattato con Inroads, Bentley Map, Architecture, ecc. con l'obiettivo che si possano svolgere processi multidisciplinari sullo stesso dgn.
  • fig9
  • Con questo Bentley sta integrando una quarta dimensione, poiché le caratteristiche del redline, approvano, rivedono, firmano e memorizzano digitalmente la storia delle transazioni con più discipline, aggiunge la quarta dimensione chiamata Time.
  • Ma Bentley non si ferma qui e aggiunge una quinta dimensione, che può essere paragonata a ciò che è valore economico, produttività o ciclo di vita all'interno di un cruscotto. Un oggetto può avere tre dimensioni e nel tempo mutare (crescere) o conservare l'età naturale, ma il fatto di essere produttivo (moltiplicarsi), far parte di un flusso o preservare una storia di valore economico è ciò che viene considerato quinto dimensione. In un certo senso, integrare funzionamento e manutenzione attraverso infrastrutture intelligenti.
  • iModelComposer.jpg-500x355
  • Un esempio basilare di questo è il budget di un progetto, integrato dinamicamente con il calcolo delle quantità dal modello digitale. E poi il controllo dell'esecuzione, acquisizione dei materiali, gestione dei preventivi anticipati e successivo controllo delle operazioni. Scrivi quello che fai Neodata ma con l'integrazione agli oggetti (non ai calcoli di base su 2D).
  • Per questo, Bentley introduce Aset Wise, che va ad aggiungersi ai due prodotti multidisciplinari che abbiamo conosciuto finora (Microstation e Project Wise). Bentley ha annunciato un'interazione con Microsoft Project con la quale si potrebbe ipotizzare un collegamento con le soluzioni di budgeting e monitoraggio dei progetti. È anche rinforzato con la generazione della stampa dinamica (interplot dinamico) che consente a una mappa inviata in stampa di interagire con una matita convenzionale dotata di fotocamera incorporata in modo da ottenere automaticamente la linea rossa, le osservazioni o le approvazioni.

Che cosa possiamo supporre che viene

Non mi aspettavo meno da Bentley, i cui soffi sono molto astrali; talvolta tanto che sembra che ad un certo punto i suoi progettisti hanno avuto il motto che "il complicato è freddo, siamo ingegneri totali"

Ma posso percepire in questo fumo, un atto di atterraggio molto utile,
nel senso che Bentley non vuole rimanere un software che utilizza formati strani. Vuoi che il tuo dgn ti conosca come sono conosciuti i formati popolari. Si spera che mantengano la semplicità richiesta dagli standard di scambio.

Quindi penso che l'idea sia fantastica, non promuovere un nuovo formato. Questo lo avevamo già ipotizzato, (ricordiamo a malapena il V7 quando tutto era a 16 bit e il V8 quando c'erano già 32 bit); buono a sapersi che continueremo a vedere il V8 per molto tempo. E in questo non ci resta che riconoscere la proposta di Bentley, nel suo I-model, che altro non è (e cosa vogliamo di più) che xml, prendendo dal dgn le caratteristiche che altri programmi devono vedere, sotto il concetto e lo standard di BIM.

Uno dei migliori proposti è che la documentazione e l'SDK per la creazione di I-model da altre applicazioni saranno disponibili a terzi. Questo dovrebbe aprire le porte alla divulgazione dell'argomento, in applicazione di standard come CIS / 2, IFC e ISO 15926. Ma forse con questo vedremo finalmente un software per costi e budget compatibile con Microstation; soggetto in cosa Non abbiamo visto molto.

Infine, penso che sia positivo che Bentley non rilasci molti prodotti multidisciplinari. Da quello che vedo, le applicazioni di mappatura, strutture, acque, piante, geologia e altre discipline continueranno a svolgere il loro ruolo specifico sui prodotti di base che ora raggiungono tre:

  • Microstation per le tre dimensioni di base a livello di client.
  • ProjectWise per il processo transazionale e l'integrazione interna a livello di server.
  • AssetWise per il processo transazionale verso l'esterno, collegato o scollegato.

2 risposte a "Bentley vuole che il suo dgn sia più popolare"

  1. Forse niente. Lo stesso si può fare con le applicazioni di entrambi i marchi: progettare la struttura di un ponte, l'allagamento di un bacino, l'animazione di un edificio, ecc.

    E chi è felice di ciò che fa bene, non dovrebbe cercare di cambiare.

    Forse vi aiuterà se aveste un progetto in cui dovrai fare sviluppi specializzati nella gestione delle informazioni in cui dovete vedere le aziende che lavorano con AutoDesk e altri con Bentley.

  2. Dilema. Sono un utente di lunga data di AuToCAD. Che cosa imparerebbe Bentley da me?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.