BIM - Il mondo che avrei sognato 20 anni fa

A distanza di 20 anni, posso solo associare il BIM come l'evoluzione che rappresentava in quel momento per lasciare il tavolo da disegno e la carta da lucido per i file CAD. È stata un'evoluzione impressionante, considerando che proveniva dall'essere un disegnatore e calcolatore di taccuino + calcolatrice + Lotus 123. Mi è sembrato impressionante credere che non fosse più necessario mettere una gomma elettrica e un teschio sulla carta da lucido prima di una riprogettazione, tanto meno apportare modifiche a piani multipli per quel cambiamento, né buttare via le copie seppia dell'originale, che servivano solo a macchiare con il pennarello rosso per i piani as-built o allineare il tavolo del capomastro.banfaa

Devo ammettere che sono sempre stato un fan della tecnologia, avevo usato un 8086 con uno schermo arancione ai tempi del grezzo DOS. Sorprendentemente, era migrato dalla creazione di fogli di costo unitario in Lotus 123 a SAICIC 3 per budget e stime, ed era passato dall'arcaica matrice della timeline SAICIC a Microsoft Project 4 per controllare il tempo, sebbene per l'inventario stesse ancora utilizzando la programmazione su FoxBase in DUE. Non perché non ce ne fossero di più, ma hackerare EaglePoint e SAICIC 4 in quei giorni era quasi impossibile.

Tutto è cambiato, quando ho preso in mano AutoCAD, allora R13, con un PC Gateway 2000, un Pentium I da 133 Mhz e un hard disk da 250 MB. Certo, quelle erano le volte in cui potevo chiudermi nell'unico ufficio con aria condizionata -Dal computer; Non per me- e uscire nel caldo di mezza giornata con un maglione ocra per comprarmi il pranzo di un cioccolato Crunch e una coca cola. 

All'inferno I trigliceridi che importavano poco.

aecosim1

Il BIM è per me oggi ciò che rappresentava un impossibile quando ero l'unico tecnologo appassionato di meccanizzare il manuale -Con quello che avrebbe-. 

Se avessimo avuto solo AECOsim, il progetto preliminare non avrebbe richiesto la realizzazione degli schizzi ad acquerello dell'architetto Ramiro Bonilla, che tra l'altro erano impressionanti ma purtroppo immutabili, in quel progetto dell'edificio principale della banca delle forze armate dell'Honduras; sarebbe stato fatto una volta in CAD, simulando i diversi blocchi di volume che costano così tanto da conciliarsi con il concetto «sobrio»A cura dell'ingegner Roberto López Carballo. Dopo la sua approvazione, non avrebbe dovuto lottare per giorni per ottenere l'approvazione dell'impianto di costruzione, con la sofferenza implicita di Rudy e Rubén -Oggi gli architetti del rispetto- soprattutto perché una volta che la costruzione di impianti sviluppato doveva fare scherma pazienza Structural Engineer Boris Viscovich e il gusto fastidioso per contrappesi abusare, quasi impossibili con gli spazi ideali nel seminterrato per il parcheggio di 2.50 metri di larghezza.

Con BIM, il progetto funziona secondo le aree funzionali, come gli architetti fanno su AECOsim, sugli assi legati a un modello I-modello, in modo che l'ingegnere strutturale gioca solo con le dimensioni, eseguendo una versione federata della stessa DGN su Bentley STAAD; senza le infinite iterazioni dell'Insegnere Rivera, con i suoi fogli stampati continui che cercano momenti di sovrapposizioni ottimali.aecosim

Il BIM permette di realizzare parallelamente lo sviluppo dell'impianto di condizionamento, con controllo preliminare dei disturbi, distinguendo tra trave in acciaio e trave in calcestruzzo, nel caso sia necessario praticare un foro nel punto di flesso, nel quarto di lunghezza o se la carta non lo consente. Avremmo salvato un mondo, dopo che la fondazione è stata ridisegnata dopo le condizioni di umidità riscontrate nella zona degli ascensori, 5 metri sotto il seminterrato, che hanno comportato il ripensamento della facciata continua e la riconfigurazione della soletta di fondazione. Combinare BentleyRAM per l'annesso strutturale in acciaio, GEOPAK per la topografia e componenti generativi per il design curvo dell'auditorium sarebbe stato un lusso ... e tutto su un file DGN alimentato in standard IFC su ProjectWiseNon importa che il mio ufficio era a Valladolid Torres Comayagüela e la sera dovrebbe lottare nella biblioteca di classe nel cuore della notte il mio tempo del college.

Ma il BIM va oltre la modellazione del design, comprende anche la simulazione del processo di costruzione, ricordo quanto costava la decisione dei militari di quei tempi di scegliere un tipo di materiali per le finiture, la simbologia sul piano degli ambienti era infinita; cosa non dire sull'aggiornamento delle accuse morte dopo che hanno deciso invece di dolciumi di passare al marmo per tutto il settimo livello. Applicando la modellazione BIM, è progettato utilizzando elementi dalla vita reale, sia con Revit che AECOsim, devi solo dire che questo è un muro, il materiale non ha importanza, ma se è definito si dice che sia un blocco di cemento, che trasporterà Intonaco di spessore 0.75 centimetri, con malta 1: 4, smalto alla calce e pittura a base d'acqua. Ecco la cosa buona, non dovrei fare calcoli, dopo calcoli per stimare il costo, perché usando il plugin Naviswork, posso avere il budget dinamicamente indipendentemente dai cambiamenti idioti dei cattivi gusti dei colonnelli.

imodel2

Una volta terminato il progetto, non resta che generare le planimetrie, le sezioni, le facciate, senza farlo alla vecchia maniera, comprese le viste prospettiche, aggiungendo il plus delle impressionanti animazioni che ora non occuperebbero ore di discussione presso la sede del Instituto de Previsión Militar, con il nuovo consiglio dei comandanti incaricato di conoscere nuovamente tutti i dettagli del progetto. Gli standard IFC ora consentono l'interscambio indipendentemente dal fatto che io usi AECOsim (ex Bentley Architecture) e usano AutoDesk Revit + Naviswork (che ora include la quantità decollata). Pertanto, il controllo dello stato di avanzamento dei lavori non richiede di andare sui taccuini dell'ingegnere Carlos Rosales, che non corrispondono ai resoconti dell'ingegnere Marisela, di Fantasy Cowboy Palma o agli scarabocchi dell'ingegnere Jessica Ortiz. Mi farebbe risparmiare il tempo di elaborare le stime, gli ordini di modifica e il controllo dell'avanzamento in MsProject.

Oh, e, naturalmente, BIM mi salva il che significherebbe essere dietro gli occhi attenti del tecnico Rosario, misurare e registrare sul suo taccuino ogni dettaglio per definire le richieste in marmi particolari forme Honduras, guardrail fax bronzo a l'azienda Torogoz in El Salvador, o la richiesta di un cielo specchio che proveniva da Miami e nessuno sa in quale contenitore della Dogana di Puerto Cortés è stato perso.

Se ritieni che rendere i rendering con il software CAD sia il migliore, dovresti restituire il tuo look al BIM, perché va oltre quello che precedentemente abbiamo chiamato AEC (Architecture, Engineering and Construction), AECO implica il ciclo di vita dell'Operazione, ovvero il resto della vita dell'edificio che a questo punto, 20 anni dopo non è visto come un progetto di ingegneria ma come un progetto economico -come sempre-.

La BIM Timeline è lontano, ma se qualcosa che puoi vincere per un po ', date un'occhiata Revit y AECOsim. L'ispirazione che mi suscita è la stessa di 20 anni fa, la decisione con quale brand scegliere è lasciata ai tuoi gusti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.