Megaupload chiudi e alcune riflessioni

La questione è diventata una bomba mondiale in un momento in cui la legislazione SOPA e PIPA aveva già riscaldato l'atmosfera. Le rivelazioni sul numero di milioni che i suoi creatori hanno firmato e l'infrastruttura internazionale che avevano in atto sono sorprendenti, così come le reazioni della comunità degli utenti con giustificazioni che vanno dall'alta filosofia al sublime ridicolo. Le azioni di gruppi come Anonimous ci avvertono che una guerra nel cyberspazio può essere fatale data la dipendenza da cui viviamo in un mondo connesso e globalizzato.

Il punto è che Megaupload è diventato un gigantesco riferimento per i download. Si dice che non meno del 4% del traffico giornaliero su Internet sia stato preso da questa attività, che è stata chiusa con la motivazione di essere stata «progettato per scopi illegali«.

Il legittimo lato di questo

Sicuramente, è necessario da parte di governi, aziende e professionisti sviluppare politiche di rispetto per il diritto d'autore. In gran parte dell'America Latina, l'imprenditorialità creativa, come scrivere libri, produrre musica, film o sviluppare strumenti informatici, non è attraente perché è abbastanza diffuso che fare copie illegali non è un furto, in molti casi il lavoro dei governi è così poco che anche gli uffici statali utilizzano licenze illegali e promuovono musica ambient “folcloristica” che è stata copiata, danneggiando un autore locale che ha investito nella sua produzione.

Gli argomenti che il software è molto costoso diventano davvero ridicoli, per mettere un paio di esempi:

Perché un programma GIS privato con un valore di 1,500 dollari? e perché 1,300 deve essere pagato per ogni estensione?

Poiché il mercato è così, sostenere un'industria internazionale costi d'argento, posizionare il prodotto e mantenerlo aggiornato richiede decisioni di marketing che finiscono per mettere un prezzo su di esso.

Ma anche perché con questo strumento facciamo soldi, un singolo lavoro di mappatura a modico costo ci consente di recuperare quell'investimento. Siamo più produttivi perché facciamo un lavoro di qualità migliore rispetto a prima con le mappe tratteggiate su carta Maila e incrociate su un tavolo chiaro o nel vetro della finestra.

Non possiamo negare che la tecnologia ci rende più produttivi. Paghiamo per un computer, perché con esso generiamo più profitti, paghiamo per il software CAD perché non potremmo afferrare il tavolo da disegno e fare le cose con meno produttività. Ecco perché paghiamo in software e hardware, perché lo facciamo in meno tempo e con la qualità che il cliente richiede; entrambi i casi rappresentano un vantaggio economico. Un altro pezzo di torta è che alcune aziende confondono l'innovazione con il consumismo, ma generalmente nessuno salva il teodolite Wild degli anni 'XNUMX e acquista una stazione totale solo perché è più carina.

Se non ci piace, Usiamo il software Open Source ed è finita. Stesso lavoro -e meglio- può essere fatto con uno strumento gratuito come gvSIG o Quantum GIS. Peccato che lo stesso non si possa dire in altre alternative gratuite che mancano di molta maturità e sostenibilità.

È ingiusto! in Megaupload abbiamo scaricato i libri che occupiamo nell'Università, alcuni di loro non esistono più.

 

megaupload

Siamo seri. Se qualcuno è all'Università, è perché ha imparato il valore che la conoscenza rappresenta. Devi investire in libri, se non hai i soldi per farlo, allora ti limiti alle possibilità che esistono nella biblioteca dell'Università. Ma la carenza di servizi educativi non giustifica una pratica illegale, se così fosse quando ti laurei andrai in giro a rubare la proprietà di qualcun altro a tuo vantaggio.

Prima o poi dobbiamo capire che una laurea ci rende anche professionisti, questo include il rispetto per l'investimento che altri fanno nella conoscenza e che si concretizza in un programma per computer o in un libro. Una volta conseguita la laurea, speri di essere più produttivo non solo perché hai imparato di più, ma perché puoi guadagnare meglio; perché suppongo che non farai una consulenza e lo darai via alla società che lo ha commissionato per farne delle copie e distribuirlo su Internet.

Non si tratta di filosofia o di religiosità, è semplicemente il rispetto del principio universale che ha detto Confusio 300 anni prima di Cristo:

Quello che non vuoi che gli altri fanno a te, non dovresti fare a loro.

Il lato illegittimo

pirataLa questione è complessa a causa di situazioni pratiche che 30 anni fa non esistevano. La pirateria non è mai stata così «facile da praticare«. La domanda viene messa in discussione: se ciò che ha fatto l'FBI è giustificato, sostenuto e legittimo, allora di cosa tratta il SOPA Act?

Il disagio resta nell'equilibrio del diritto internazionale. Il diritto di coloro che hanno utilizzato Megaupload per archiviare file che non violano il copyright e che hanno pagato per quel servizio. Quindi, l'influenza di 30 aziende supera i diritti di milioni di utenti.

Forse ciò che più infastidisce è quell'abitudine interventista che questi poteri hanno di fare ciò che tutti già sappiamo. Mi chiedo:

Se un terrorista perseguitato dal governo del Kuwait venga a nascondere nella regione di Tomball, a 1 ora da Houston, gli americani permetteranno a diversi paesi del Medio Oriente di bombardare diverse aree del Texas fino a quando non lo troveranno?

Ma credono che abbiano il diritto di farlo ovunque nel mondo.

Quindi, riprendendo la cosa scomoda che hai fatto con Megaupload, è:

Cosa succederebbe se con la nuova legislazione che un'azienda dimostra nei server di posta elettronica Gmail?  vi è memorizzato molto materiale protetto da copyright?

Se applicassero lo stesso trattamento e decidessero di chiudere Google, sarebbe senza dubbio il caos mondiale. Ma supponiamo che non chiudano Google, ma chiudano il servizio che consente l'azione illegale e chiudano Gmail da un giorno all'altro. Considerando quanto ora dipendiamo da un account di posta elettronica: dove sono archiviati i nostri file, il monitoraggio del nostro lavoro, il movimento delle nostre attività, i contatti, solo a pensarci fa sì voglio pisciare.

C'è molto da parlare anche della violazione della privacy. Il caso Megaupload mostra che ci sono poteri in grado di conoscere la privacy nelle comunicazioni elettroniche. E se qualcuno volesse usarlo per il male ... è spaventoso. Al di là di quel giorno le conversazioni extraconiugali di Facebook, Gmail o Yahoo Messenger vengono rese pubbliche semplicemente digitando gli indirizzi email delle due persone, sarebbe fatale per le grandi aziende trarre vantaggio dalle informazioni dei loro concorrenti per trarne vantaggio.

Su questo, il Servizi P2P e molte cospirazioni ... c'è molto di cui parlare e non rientra in questo articolo.

E allora?

Se c'è un guadagno nella chiusura di Megaupload, è che tutte le aziende che sono impegnate in azioni simili si sono svegliate rivedendo le loro strategie, compresi i servizi che tutti abbiamo utilizzato e di ottima qualità, come DropBox o Yousendit. Non devi essere un indovino per prevedere che un aggiornamento delle politiche di utilizzo è in arrivo su questi siti e una maggiore supervisione delle pratiche che si prestano all'illegalità.

No non si dispone di loro, ma ora quando si segnala una violazione, l'applicazione del protocollo porta a così tante informazioni per dimostrare che lui è l'autore o il proprietario di un prodotto che desiderano dimenticare il problema; in modo che alla fine eliminino solo il file di un utente, invece di generalizzare l'avviso al marchio che è stato segnalato.

Al contrario, chi carica film, musica, software o libri non dovrebbe provare nulla. Devi solo scrivere il nome di un marchio in Google, AutoCAD 2012 per fare un esempio, e vedremo che i siti di download fanno così tanto lavoro di ottimizzazione che appaiono per primi nei motori di ricerca, anche molte volte prima dello stesso produttore. Google dovrà apportare modifiche all'algoritmo.

Come con Napster, Megaupload non sarà in grado di resuscitare, non per mano del suo autore la cui fedina penale è a dir poco disastrosa. Forse la comunità hacker riprenderà il controllo, oi siti che hanno beneficiato della generazione di traffico su questi contenuti, ma la cosa più sicura è che i concorrenti intraprendano azioni per prevenire l'illegalità al fine di rubare la posizione che Megaupload aveva acquisito, che ha raggiunto 50 milioni di visite al giorno. Forse tutti loro non sarebbero interessati a fare uno sciopero della fame per difendere Megaupload, poiché con la fame che gli hanno portato, la sua fine potrebbe essere una dolce vendetta. Uno di tutti sarà la sostituzione; che sì con nuove regole prima di questo avvertimento.

Chi sarà? MediaFire, Filefactory, Quicksharing, 4shared, Badongo, Turboupload ... non è una questione di tempo, è una questione di SOPA.

seguente

Bene, semplice, devi lottare affinché la legislazione SOPA / PIPA e le sue derivazioni in ogni paese non passino con quel livello di superpoteri. Che i politici non facciano leggi che nemmeno capiscono, che siano regolamentati in modo tale che non ci siano ambiguità che sono già state spiegate a sazietà dalla rete.

Per quelli di noi che sono dedicati al lavoro, torniamo alla consapevolezza che i nostri uffici utilizzano software legali e avanzano a conoscere le alternative Open Source che hanno molto da offrire.

Per coloro che hanno utilizzato Megaupload in modo legittimo, per lottare per il diritto alla restituzione, almeno per poter scaricare i file che avevano memorizzato, caricarli su un altro sito e correggere i collegamenti che indirizzano il traffico a quei file. I contenuti non protetti che c'erano e che rappresentavano un contributo culturale, sicuramente si possono trovare altrove.

E per coloro che hanno commesso una massiccia pirateria in Megaupload ... prendersi cura di se stessi perché avevano fornito molte informazioni, ora che tutto ciò che hanno fatto al suo interno è conosciuto da casi legali.

3 risposte a "Dalla chiusura di Megaupload e alcune riflessioni"

  1. La pirateria esisterà, non solo nei media digitali, purtroppo fa parte del nostro ambiente come società e non significa che io sia a favore. Questo fenomeno, come tutto buono e cattivo di noi come essere umano, si riflette ora nel mondo digitale.
    Quello che è anche vero è che, con gli stipendi mediocri che riceviamo, non possiamo comprare tali licenze. Questo è dove non c'è equità, dove le grandi aziende analizzano i loro costi per grandi aziende o grandi persone.
    Il problema di SOPA, PIPA, ACTA tra gli altri, è che dà potere a governi e aziende, rompendo con la privacy degli utenti e ottenendo benefici da essi.
    Prendo ad esempio, qui in Messico, che presumibilmente registrando i telefoni cellulari con i nostri dati personali come nome e CURP, l'estorsione per telefono sarebbe finita, cosa che non è avvenuta. Solo pensando che il governo abbia questi dati privati, inizio a tremare per sapere che raggiungono le mani sbagliate. Saluti.

  2. Certo, è un fenomeno sociale facile da risolvere come portare equità nel mondo. 🙂

    Ma è anche vero che molta pirateria non obbedisce alla necessità di produrre, ma una mania per il consumismo:

    Se qualcuno non può comprare AutoCAD completo, che acquista LT, per l'equivalente di US $ 1000
    Se non è possibile, acquisti un IntelliCAD per US $ 500 e se lo troverai molto costoso perché acquisti QCAD per US $ 60.
    Se non hai la metà di un salario minimo per QCAD, si prevede un anno e LibreCAD viene abbassato.

    Un'altra opzione è quella di afferrare il tavolo da disegno e i chinografi. Se decidi su un IntelliCAD, farai come faresti con AutoCAD e raccoglierai il tuo lavoro. Con i disegni 14 realizzati da un vignettista per un prezzo di US $ 37, la licenza può essere pagata.

    Il problema è quando crediamo che la pirateria sia una pratica corretta perché è impossibile fermarla. Questo è il motivo per cui le iniziative OpenSource trovano difficile essere sostenibili, perché le persone vedono più facile hackerare Microsoft Office che imparare OpenOffice.

    Le cattive pratiche ci portano a credere che tutto possa essere scaricato gratuitamente da lì. Nella misura in cui le persone non vogliono pagare per una licenza Stitchmaps del valore di $ 50.

    Saluti, grazie per il contributo.

  3. Non ci sarebbe pirateria se le persone avessero abbastanza soldi per acquistare i prodotti. E il prezzo dei prodotti è proibitivo. In Messico, una persona che desidera acquistare l'autocad 2012, ad esempio, dovrebbe raccogliere due anni di salari minimi per avere accesso al programma. Mentre in Olanda, una persona che vuole acquistare lo stesso programma costerebbe tre mesi di salario minimo. La differenza è sociale, le persone accedono alla pirateria per il semplice fatto che il prodotto originale è lontano dalla loro realtà.
    Certo, stai per argomentare che non si acquista l'autocad 2012, che si acquista una scatola per passeggiare con scarpe.
    La pirateria è un fenomeno sociale ed economico. Non è esclusivamente chiuso al diritto d'autore.
    Ad esempio, molti libri che non sono fondamentali nella formazione degli studenti, non sono più presenti nelle biblioteche. Ma non li puoi trovare nelle librerie. Perché? Per il semplice fatto che non sono aziende commerciali e di pubblicazione non vogliono modificarle. Essi semplicemente li interrompono, ma rimangono con i diritti d'autore, non vendono o non li danno. E poi che dire di quei titoli? Sono persi da una visione mercantile.
    Che cosa si può pensare ai brevetti per i medicinali. Quando scoprirai che i principali laboratori farmaceutici si incontrano in Svizzera per accettare di non abbassare il prezzo dei medicinali.
    O la rapina che Microsoft fa per mac per la sua vittoria 7; il furto della tecnologia da Boing all'Aerobus; o il furto della tecnologia da Cervélo a Cannondale; la Porsche spiando Mac Laren; Intel ruba tecnologia e funzionari da AMD; Android, fastidioso Steve Jobs per furto industriale; o Apple contro il Phillips; la Mercedes Benz sugli ingegneri della Maseratti.

    È molto facile avere un righello ma misurare in due modi diversi. Il problema è che le società transnazionali vogliono avere il resto dell'umanità come clienti passivi. Solo che non vedono le persone come sono. Vedi le persone come soldi. A quello da sottrarre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.