Geofisica: Predizioni di 2010: Internet

Certamente vorrei avere una palla magica e essere in grado di renderlo un santero, ma non è il mio pretesto, ho solo provato zuppa di pesce passare un po 'in questa amaca che è un piacere e questa tazza di caffè come solo mia madre in diritto fa schiacciamento e bastone, dopo tale zuppa di frutti di mare.

Chiarimento, per chi legge solo i titoli: sarei un matto se decidessi di chiudere il blog, ora che mi diverto di più; solo cattivo Scherzo di Giorno dei Fools di aprile. E una volta chiarita la questione, fumiamo per quello che potremmo aspettarci quest'anno.

La bolla termina a rompersi

Il 2010 dovrebbe essere un anno critico per tante tendenze che non trovano più modo di reinventarsi. Intendo molto di ciò che è emerso sotto l'aura del Web 2.0 ma non era innovativo ma un'imitazione di ciò che altri hanno iniziato.

Il peggio della crisi economica è passato, ma ci sono fino a due anni per considerare che l'economia mondiale è di nuovo in crescita. E intanto le aziende creative (e con i soldi) hanno già programmato il loro restyling, in attesa della scintilla; non i piccoli, che hanno sopportato la tempesta dicendo che stanno bene ma consapevoli che se questo non cambia, i loro azionisti non fondatori andranno a puttane (se non l'hanno già fatto).

Quindi, senza avere molte capacità magiche, è chiaro che il 2010 è il secondo di almeno tre anni di declino, quella fase del ciclo del prodotto che attende una nuova ondata non per sopravvivere, ma per reinventarsi; e se è l'unico prodotto in portafoglio, la morte è inevitabile. Per questo l'altruismo di tante iniziative potrebbe attraversare una grave crisi, basta guardare gli abiti strappati di progetti come Wikipedia per prevedere cosa potrebbe accadere ad altri che non hanno ancora trovato una strategia di sopravvivenza più sostenibile.

web20

Quindi: i grandi progetti sopravvivranno e quelli piccoli creativi potrebbero fondersi in progetti medi. I piccoli non innovatori faranno semplicemente il sorriso della rassegnazione e diranno "ancora tavoli", ecco da dove veniamo. Questo non è male, è una regola di vita, cosa che è sempre accaduta, solo che in quest'epoca di boom accelerato è probabile che in meno di un anno vedremo un grande progetto accettare con sincerità la sua strategia di pensionamento e conversione a fondazione, fermare l'area di ricerca e dare solo continuità a ciò che esiste. Le iniziative puramente commerciali semplicemente falliscono e vendono la loro base di clienti e API inutili a un concorrente.

Non è più lo stesso.

Questa causa non sarà più per il posizionamento del mercato, perché questo non cambierà più i calci se continua a fare di più dello stesso. Significa che alcuni social media, società di pubblicità online, provider di hosting e servizi cloud scarsamente richiesti scompariranno proprio così.

Anno di usura

Blog e forum dovrebbero continuare a essere sfruttati, ma la tendenza alla stanchezza è inevitabile. I motori di ricerca (che sono appena 3) saranno più selettivi per non indicizzare da sottodomini, blog farm o siti abbandonati; Con questo, la vita di queste comunità dovrebbero essere le persone che le usano, che commentano, che si collegano senza pratiche virali dannose (cioè le comunità reali).

Anno dell'innovazione

modello-multistrato-4 Anche se non sarà il boom, il 2010 potrebbe segnare l'inizio della terza generazione, quel mondo che ingenuamente chiamano il web semantico, che potrebbe non accadere mai ma abbiamo un'approssimazione, anche se forzata. Sono visibili i due segni che aprono la porta a questo punto di riferimento: 

  • La prima è la dipendenza ogni giorno più sulla connettività globale, i nuovi giocattoli che sono collegati alla banda larga (sempre più ampia) a causa dei prezzi più bassi.
  • La seconda è la non conformità per continuare a bere vino stantio con vini così innovativi.

Nella fusione di queste due tendenze si delinea sicuramente una nuova fase in cui chi di noi dipende da essa dovrà solo riadattarsi. Se ci sono affari, allora ci sarà una tendenza ... e in una rete con così tanti milioni, sicuramente ci sono affari, è solo questione di quanto tempo sarà sostenibile.

Ma non lo vedremo nel 2010, difficilmente sapremo dove stanno andando le grandi navi. Google, Microsoft, HP, Oracle, Apple (e così che non soffrano, bene Yahoo). Gli altri si preparano solo a non essere investiti nel loro percorso e hanno tempo a sufficienza per posizionarsi senza perdere i propri utenti.

  • I blog montati su WordPress dovranno solo adattare la nuova versione, quelli montati su Blogger, che Google li supporta. E noi, felici, fumiamo e scriviamo senza grattacapi; sì, dimentichiamo adattamenti come WordPress MU (ups!).
  • Reti sociali, che si adattano al lavoro sull'API di Facebook o sul suo nuovo concorrente; e mai più Hi5.
  • I forum, per reinventarsi, perché qualcosa di nuovo non esce su quella strada da molto tempo. Un giorno le persone potrebbero stancarsi delle assi del help me please senza nuove strategie di comunità sostenibile.
  • I wiki, solo per seguire, perché il suo design è stato molto robusto fin dall'inizio.
  • Twitter e la famiglia, per mettere i piedi a terra.
  • Technorati, siti, blog fattorie e altre erbe ondeggiando ... solo riadattare al nuovo formato di RSS ... e forse in due anni, Addio Atom.

E noi?

Molti di questi cambiamenti inizieranno solo nel 2010, e quelli che se ne accorgeranno saranno le generazioni sotto i 25 anni, loro che sprecano (a nostro avviso) il loro tempo caricando foto, condividendo il loro stato, chattando, scaricando cose piratate e guardando video su YouTube. Saranno la cavia, loro che utilizzano le ultime tecnologie, non comprano altro che definiscono le tendenze globali.

caffè chingastosoNel frattempo, nel 2010 continueremo a utilizzare Internet solo per lo stesso. Per leggere notizie, acquistare giocattoli, trarre ispirazione da Google Earth e cose del genere, non possiamo aspettarci nulla di nuovo, anche se potremmo trovarlo più eccitante. Per la maggior parte, che un amico finalmente smette di usare il loro fastidioso Hotmail, un altro si rende conto che non ha senso twittare e che la Chat ha perso il suo sapore.

E io, sarò in grado di postare le nuove voci di 360, molto eccitante (almeno per me); il 180 mi vergogno di questo post, più che mai reacomodaré quello che ho detto per giustificare la depressivo adrenalina produzione di caffè bastone mia madre. 

Metà amara, media scricchiolava, medio chingastoso... ma buono!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.