Inizia con passo deciso il 2019 World Geospatial Forum di Amsterdam

2 aprile 2019, Amsterdam: Il Global Geospatial Forum (GWF) 2019, l'evento più atteso per la comunità geospaziale globale, è iniziato ieri al Taets Art & Event Park di Amsterdam-ZNSTD. L'evento è iniziato con oltre 1,000 delegati provenienti da 75 paesi che si sono riuniti per scambiare conoscenze su come il geospaziale sta diventando onnipresente nella nostra vita quotidiana e su come guidare l'innovazione in questo settore. Il primo giorno del forum di tre giorni (2-4 aprile), che è un raduno annuale di professionisti e leader che rappresentano l'intero ecosistema geospaziale, è iniziato con una sessione plenaria su #GeospatialByDefault: Empowering Billions, il tema del conferenza di quest'anno. La conferenza ha visto anche la partecipazione di 45 espositori.

Per iniziare la conferenza, Dorine Burmanje, presidente della Kadaster, Paesi Bassi, co-ospitato la conferenza, ha sottolineato che la comunità geospaziale ha bisogno di più la diversità: studenti, aziende emergenti, le donne e le iniziative dei paesi in via di sviluppo per realizzare il vero potenziale di questa tecnologia e rende il movimento "predefinito geospaziale" di successo. Ha anche sollecitato le autorità pubbliche e private a fornire "dati affidabili" per lo sviluppo sostenibile e li ha resi disponibili anche ad altri utenti chiave.

Sottolineando come le tecnologie geospaziali svolgono un ruolo intrinseco nell'affrontare alcune delle sfide che il mondo deve affrontare, Jack Dangermond, presidente di Esri e presidente del Consiglio mondiale per l'industria geospaziale, ha dichiarato: "Ci stiamo muovendo in un mondo che sta cambiando in modo esponenziale. , creando molti problemi e minacciando la nostra vita. Dobbiamo trasformare la nostra comprensione del mondo e il modo in cui adempiere alle nostre responsabilità e in questa tecnologia geospaziale la migliore piattaforma per scalare rapidamente questo lavoro e rendere il nostro mondo un posto migliore in cui vivere.

L'ambasciatore indiano nei Paesi Bassi, Venu Rajamony è stato anche tra i relatori principali del primo giorno. Sottolineando l'impostazione della politica geospaziale in India, ha affermato che l'industria privata ha un ruolo importante da svolgere in tale paese. "L'India ritiene che lo sviluppo sia l'obiettivo principale e, per renderlo reale, è necessario saltare in termini di tecnologia e la funzione geospaziale svolge il ruolo più importante".

La seconda sessione plenaria, moderata da Geospatial Media and Communications, CEO di Sanjay Kumar, ha avuto un interessante dibattito su come le tecnologie geospaziali possano svolgere un ruolo chiave nella digitalizzazione del settore delle costruzioni. Il panel di quattro eminenti relatori ha deliberato su flussi di lavoro collaborativi e modelli di business: il futuro dell'ingegneria digitale per il mercato AEC.

"I dati spaziali sono stati profondamente integrati nelle soluzioni focalizzate sul modello in tempo reale. Esiste un flusso di lavoro tra l'acquisizione dei dati di input per la modellazione dell'azione fisica e viceversa ", ha affermato Steve Berglund, presidente e CEO di Trimble. Proseguendo la conversazione, BVR Mohan Reddy, amministratore delegato di Infotech Enterprises, India, ha detto, "L'ingegneria digitale sta rinnovando il vecchio e il nuovo edificio e il nuovo motore di crescita per il mercato AEC, trasformando le industrie."

Andreas Gerster, Vice Presidente di Global Construction BIM-CIM, CAM2, Germania, ha affermato che i progetti di costruzione sono sempre più complessi e costosi e, per semplificarli, l'unica risposta è l'integrazione della tecnologia.

La terza sessione plenaria della giornata si è concentrata su 5G + Geospatial - Shaping digital cities. Mohamed Mezghani, segretario generale dell'Associazione internazionale dei trasporti pubblici del Belgio, ha parlato di come gli enti di trasporto di tutto il mondo stanno abbracciando le tecnologie geospaziali. Malcolm Johnson, sottosegretario generale dell'Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU), Svizzera, ha dichiarato: “L'ITU ha un ruolo cruciale da svolgere nell'economia digitale; I partecipanti all'ITU cercano di collaborare con vari settori. Quando si tratta di città intelligenti, ho bisogno di lavorare in modo collaborativo, soprattutto in termini di tecnologia e standardizzazione.

Wim Herijgers, Direttore del Gruppo, Digital innovazione e tecnologia Fugro, ha dichiarato: "La Fondazione Digital è un dato digitali, spaziali e geografiche di quadro a quattro dimensioni, che mira a fornire ai clienti una più profonda comprensione dei siti e dei beni »Ha spiegato. Ulteriori. Frank Pauli, CEO di CycloMedia, ha spiegato come geospaziale la conoscenza è la chiave nella pianificazione della rete per 5G a un ritmo senza precedenti, e che semplifica la progettazione e asset management, e fornisce una coinvolgente, visione sovrapposta e la Point cloud per il successo del processo decisionale.

L'ultima sessione della giornata si è concentrata sul potere di condividere: Infrastruttura di conoscenza geospaziale Costruire economie sostenibili. I relatori hanno discusso sul fatto che il 21 ° secolo è l'era delle grandi città e mentre lavoriamo insieme per aiutare a costruire città e città intelligenti e sostenibili, la tecnologia geospaziale può aiutare a sbloccare grandi opportunità di progresso. La dott.ssa Virginia Burkett dell'USGS e Anna Wellenstien della Banca Mondiale si sono concentrate su come le informazioni siano fondamentali per la trasformazione economica e le esigenze geospaziali dei bisogni economici dei paesi. William Priest of the Geospatial Commission, Regno Unito, ha ulteriormente enfatizzato il valore economico che il geospaziale aggiunge al suo paese. Paloma Merodio Gómez, Vice Presidente, INEGI, Messico, ha aggiornato lo stato del censimento economico, demografico e abitativo e il ruolo fondamentale svolto dalla tecnologia geospaziale.

Il progetto Open ELS è stato lanciato da Mick Cory, segretario generale e direttore esecutivo di EuroGeographics. EuroGeographics ha lanciato i primi servizi di dati aperti del progetto ELS (Open European Location Services) nel Geospatial World Forum. I dati del progetto Open ELS forniscono un primo passo per ottenere i benefici economici e sociali delle informazioni autorizzate dei membri di EuroGeographics, le autorità nazionali di cartografia, catasto e catasto di Europa.

Nel corso dei prossimi due giorni, più di 1,000 delegati, più di amministratori delegati 200 e alti funzionari governativi provenienti da più di 75 GWF paesi useranno la piattaforma per interagire e collaborare, e dimostrare la visione collettiva della comunità geospaziale globale.

Informazioni sul World Geospatial Forum: Il World Geospatial Forum è una piattaforma collaborativa e interattiva che dimostra una visione collettiva e condivisa della comunità geospaziale globale. Si tratta di un incontro annuale di professionisti e leader geospaziali che rappresentano l'intero ecosistema geospaziale. Comprende politiche pubbliche, agenzie cartografiche nazionali, società del settore privato, organizzazioni multilaterali e di sviluppo, istituzioni scientifiche e accademiche e, soprattutto, utenti finali di governo, imprese e servizi per i cittadini.

Contatto con i media
Sarah Hisham
Responsabile del prodotto
sarah@geospatialmedia.net

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.