L'esperienza di apprendimento e insegnamento del BIM in contesti abituati al CAD

Ho avuto l'opportunità di interagire con Gabriela in almeno tre occasioni. Una prima, in quei corsi all'università dove quasi coincidiamo con la Facoltà di Ingegneria Civile; poi nella classe pratica di Tecnico Edile e successivamente nel progetto della diga Rio Frío nella zona di Cuyamel, nel nord dell'Honduras con la società Tunnelboring. Io nella mia sfida implementando NeoData e cercando come i topografi abbandonassero quelle vecchie apparecchiature e imparassero ad usare la nuova Leica proveniente da Monaco che portava già i soggiorni con codice a barre; combatteva perché l'amministrazione e la tecnica andassero a ritmo di follia un boss colombiano e un altro tedesco.

La nostra recente conversazione è stata così interessante che abbiamo deciso di trasformarla in un articolo. Oggi, come la chiamo di solito Gab!, Forse il primo BIM Management Master in questo contesto, dove nel cuore è honduregna, ma con la spina dorsale dell'imprenditorialità internazionale più che promettente.

-In Geofumadas negli ultimi anni Ho parlato del BIM, anche se più indirettamente. Ci contestualizzeresti un po 'al riguardo per il focus di importanza?

Ebbene, sebbene molti abbiano già sentito parlare di BIM (Building Information Modeling), non molti capiscono cosa significhi apprendere la metodologia BIM per implementarla nelle aziende. Forse un modo per interpretarlo sarebbe raccontarvi le impressioni che ho avuto dei miei studenti Revit (Architecture, MEP e Structural) nell'ambiente BIM, definendo inizialmente i concetti e poi qualcosa dalla mia esperienza personale. tu pensi?.

-Ma certo. Sono tutto orecchie.

In primo luogo, per coloro che sentono ancora l'acronimo BIM, calmo, potremmo dire che è un termine relativamente recente. Il modello di informazione sugli edifici (BIM) è definito come un modello di informazioni arricchito, costituito da diversi database, con elementi che possono essere condivisi da molte parti interessate durante tutto il ciclo di vita della progettazione, costruzione, funzionamento e persino riciclaggio di un edificio. Più o meno traslitterazione della definizione di NBS (Specifiche costruttive nazionali).

Da qui l'importanza di questa metodologia, ed è per questo che ha avuto una così grande accettazione nei paesi sviluppati. Perché ci permette di lavorare più velocemente, in collaborazione, con file totalmente digitali, con una migliore visualizzazione e pianificazione. Oltre a organizzare costantemente i nostri progetti in conformità con le normative esistenti, con controlli migliori, rilevamento dei conflitti, risparmi sui costi, riduzione degli sprechi e tutto in meno tempo.

- Sembra buono.

Certo che suona molto bene! Anche se a volte la teoria non si applica alla pratica, principalmente nei nostri paesi in via di sviluppo, dove le nostre risorse economiche sono limitate. Anche così, penso che il BIM prevarrà prima o poi.

-Bene, ma non andiamo così pessimisti dall'inizio. Racconta ai miei lettori come è stata la tua esperienza.

Ok. ???? Dalla mia esperienza personale come consulente e coach BIM. Nei nostri paesi centroamericani, il CAD è ancora molto importante ed è ampiamente utilizzato. Ci sono pochissimi professionisti che usano Revit e la maggior parte solo Revit Architecture; sono isole che lavorano da sole. Ho sentito di aziende in cui l'architetto crea il suo modello architettonico in Revit, quindi passa ad AutoCAD in modo che altri appaltatori e designer possano lavorarci sopra. È davvero una perdita di tempo.

Da qui l'insistenza sul fatto che, se vogliamo lavorare con BIM, dobbiamo formare non solo i progettisti che lavorano in azienda, ma anche i consulenti e gli appaltatori, per citare i più importanti. Ho visto tanti professionisti nel mio paese che sono soddisfatti della loro laurea e non vogliono più studiare, non vogliono migliorare. Rimangono con AutoCAD ed è lì che è morta la cosa. È come vivere nell'era della televisione in bianco e nero quando c'è un intero mondo digitale che ci aspetta.

-Ho capito, che la reazione al cambiamento e alla stagnazione è comune in questi contesti. Ma hai visto implementazioni BIM in Honduras?

Non ho tutta la verità, ma personalmente non ho visto implementazioni BIM nelle aziende ancora qui -parlando di metodologia, non modellando 3D e solo il rendering - A volte è un po 'frustrante e penso mille volte di emigrare e tornare in pochi anni 10, forse è già in pieno boom a quel tempo. È sorprendente l'offerta di lavoro BIM in altri paesi, ovviamente non è facile prendere questa decisione per molte ragioni:per ora-.

- E cosa pensi che influenzi in modo che il BIM non cammini al ritmo che ci aspettiamo?

Ci sono diversi fattori sociali ed economici coinvolti che vi racconterò in un'altra pubblicazione sul perché il BIM non ha finito di stabilirsi nei nostri paesi dell'America centrale. Guardando al lato positivo, ho avuto l'opportunità di formare professionisti della costruzione in Revit completo e ho colto l'opportunità per presentare loro il BIM. Un granello di sabbia… La maggior parte di loro non l'ha mai sentito, ma quando fanno la presentazione sono interessati; essere in grado di realizzare progetti complessi, rendering, visual. Cerco di sottolineare la parte teorica, su come dovrebbero realizzare i loro progetti, vi mostro alcuni programmi BIM che esistono nel mercato come AutoDesk Revit, Bentley AECOsim, ArchiCAD, i manuali e le normative BIM che esistono, su come sta impattando a livello mondiale. Insegno loro che il BIM non è un software o un modello 3D, contrariamente a quanto pensano alcuni, è una metodologia.

-Capisco un po. Ero un istruttore di AutoCAD in quei giorni in cui dovevi fare analogie tra il tavolo da disegno, il compasso, il righello parallelo, il teschio di gomma, con i comandi cerchio, offset, trim ...

Questa immagine del Panoramica dell'adozione del BIM, stupisce davvero i miei studenti e professionisti a cui tengo i discorsi. Il BIM nei paesi sviluppati sta avendo una grande portata; in alcuni paesi è già un regolamento governativo. Quando iniziamo con le lezioni, sono stupiti di quanto sia facile modellare in Revit. Considero davvero AutoCAD complicato rispetto a Revit perché è così facile passare alla modellazione e vedere come tutto sta prendendo forma. Si emozionano quando fanno i tour e i video, quando prendono le visualizzazioni con la videocamera e quando possono vedere i loro risultati finali.

Un giorno ho chiesto a uno studente di Ingegnere Civile cosa ne pensasse del passaggio da AutoCAD a Revit, e lui mi ha risposto che aveva impiegato molto tempo per fare il salto. Quindi una volta che lo incontrano, è qualcos'altro, possiamo passare ore e loro diventano molto interessati; il tempo vola. Ho avuto studenti che non sono professionisti dell'edilizia come gli ingegneri di sistema e imparano lo stesso, si emozionano perché dicono che progetteranno la loro casa. Quindi, contrariamente a quanto pensano molte persone, i programmi BIM non sono difficili da imparare, ma richiedono dedizione e pratica. Se parli correntemente l'inglese è più facile poiché c'è molto aiuto in linea in quella lingua, ma puoi sempre trovare aiuto in spagnolo.

-Ero in un corso BIM presso CentroCAD Nicaragua. Peccato che la crisi mi abbia lasciato nel mezzo e abbiamo dovuto completare il corso su Skype. Ma ricordo che l'approccio pratico e lo sviluppo graduale di un progetto erano entusiasmanti.

Sì, lo sviluppo pratico in un processo graduale è il migliore. Guarda la grafica, la resa degli interni di una casa. Alla fine della prima settimana, cioè dopo 17 ore di insegnamento, vi lascio il vostro primo progetto. Una casa a due piani, da modellare in due giorni. È incredibile come questi programmi di modellazione BIM rendano la nostra vita più facile e possiamo lavorare così velocemente. Qui vi mostro un modello consegnato da uno dei miei studenti: Nicolle Valladares.

Poi andiamo a Revit Structures e MEP ed è qui che le cose si fanno interessanti, perché questo è nuovo, nella maggior parte dei corsi nel mio paese danno solo Architectural Revit. Quindi è molto interessante vedere questi modelli mentre interagiscono tra loro e come realizzare la collaborazione BIM. Come puoi vedere i sottoprogetti per discipline. Nella grafica seguente è possibile vedere modelli strutturali, impianti idraulici e workset di modellazione quando stiamo già lavorando in collaborazione.

-Capisco il tuo entusiasmo con Revit. Ma mi hai detto che insegni loro anche altre alternative.

Ovviamente, come abbiamo discusso, il BIM è più di Revit, anche dal punto di vista di Bentley Systems, lo schema I-model ha un'adozione del BIM che include la gestione del progetto, una gestione degli asset interessante. Ma io uso Revit a causa della popolarità di AutoCAD in questo contesto, più che Revit, per insegnare loro i principi BIM. Vediamo anche presentazioni di Presto (BIM 5D applicato ai budget), Bentley Synchro (BIM 4D applicato alla pianificazione), Dynamo (modellazione avanzata con programmazione e Revit), tra gli altri, per lasciare loro la spina per continuare a studiare altri programmi per migliorare come professionisti.

- Dimmi come è il tuo programma nei prossimi giorni.

Ora avremo l'opportunità di avviare un corso Navisworks e sono entusiasta di andare avanti con BIM 4D (Planning), anche con un piccolo gruppo. C'è molto da insegnare nel BIM e le persone non sanno tutto questo. Per quanto vi siano informazioni su Internet, non c'è sempre una cultura della ricerca, sono limitate a ciò che sanno. Questo è un grosso errore che prima o poi passa il conto, perché quello che non è aggiornato muore.

- E qual è la tua percezione dell'ottica degli studenti alla fine del corso?

Posso affermare che i miei studenti, una volta ricevuto il corso, apportano un cambiamento radicale, la loro immaginazione è aperta a tutte le possibilità che possono ottenere in questo mondo BIM e nella rivoluzione digitale. È come se conoscessero il bene e non potessero tornare indietro. AutoCAD non è abbastanza ora.

-Sono d'accordo con te. Le ricerche dei corsi AutoCAD dominano Google. Come vedi le sfide che questi studenti devono affrontare dopo il corso?

Il problema è che possiamo formare il personale, farli pensare in modo diverso, ma le aziende devono avere il software in modo che possano continuare a fare esperienza. Ho incontrato un architetto che poteva modellare le dimensioni 3, ma ha dovuto lavorare in AutoCAD perché era l'unica cosa che era nella sua azienda. È frustrante

Quindi il cambiamento di mentalità verso BIM non è solo dei progettisti, ma deve raggiungere i capi, i gestori, i proprietari, i clienti, i project manager e i costruttori. Ecco perché parliamo di un ciclo di vita del progetto, non solo a livello di progettazione. Deve essere un cambiamento integrale che influisce sull'intera azienda, perché solo così possiamo vedere un cambiamento sostanziale nel modo in cui sviluppiamo i nostri progetti con il BIM. In breve, il cambiamento metodologico implica impegno e dedizione.


La conversazione mi ha lasciato pensieroso. Molto premuroso, soprattutto quando parliamo delle sfide che questi contesti hanno per la politica pubblica per regolare il BIM per i progetti in gara. quindi, con un approccio ottimistico, abbiamo programmato un caffè nel clima di dicembre a Natale.


Nell'intervista casuale, Gabriela Rodríguez, Ingegnere Civile, Master in Bim Management presso l'Università Rey Juan Carlos di Spagna. Con domande guidate dall'editore di Geofumadas.com.

Una risposta a "L'esperienza di apprendimento e insegnamento del BIM in contesti abituati al CAD"

  1. Ottimo contributo nell'implementazione per il design.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.