Leica Airborne CityMapper - soluzione interessante per la mappatura delle città

È molto probabile che non vedremo mai una vera SmartCity, con la sua visione idealizzata. È probabile che ci siano più bisogni di base nei nostri contesti che pensare all'Internet delle cose. Anche quello che stanno facendo i produttori di soluzioni, nessuno li ha richiesti. La verità è che la corsa per posizionarsi in una prossima rivoluzione di come il settore funzionerà in futuro è lì, e non c'è altro modo per cercare di capire dove stanno andando le cose.

Mentre ci si concentra sulla soluzione Leica alla fine di questo articolo - tema che abbiamo avuto il tempo di parlare accompagnato da un vassoio Paisa con Laura dalla Svizzera e Pedro in Brasile, sotto il Congresso della Inter-American Network catastale Registrati a Bogotá è interessante vedere che solo nel caso della cattura della realtà, i grandi concorrenti alleati si impegnano. Da un lato, ESRI / AutoDesk con la ricerca dell'integrazione degli ambienti BIM / GIS con la soluzione CityEngine, Bentley / Siemens con Twin CityPlanner. Nel caso di Hexagon con lo strumento Leica CityMapper. Ognuno ha caratteristiche diverse, ma tutti sono nella battaglia di integrare un endpoint flussi davvero che vanno dalla cattura dei dati, la modellazione, la progettazione, la costruzione, il funzionamento e il ciclo di vita sotto un schema Livello hub BIM 3.

Questi flussi sono stati separati per molti anni, ma è sempre più difficile distinguere la loro separazione, perché solo che si guarda per l'approccio SmartCity, un concetto che è ancora in costruzione, ma che le geomatica e gli ingegneri non dovrebbero distogliere lo sguardo; perché la sua materializzazione nei dati, nelle procedure e nella tecnologia avverrà nel prossimo decennio.

Dalla quarta rivoluzione industriale (4IR), dalle SmartCity e dall'Internet degli oggetti

La base di questa parte del fumo è di buon senso. In che modo l'innovazione contribuisce a facilitare il modo in cui le attività umane vengono svolte. Il motore a vapore era un importante tentativo di accelerare i processi, quindi l'evoluzione continuò fino alla scoperta dell'elettricità, e in seguito la creazione di computer come strumenti indispensabili durante il lavoro; queste tre invenzioni sono associate alle tre rivoluzioni industriali attraverso le quali la storia recente è passata.

Attualmente, il mondo sta affrontando una quarta rivoluzione basata sull'era digitale, sulla premessa che la tecnologia è accessibile a tutti e viene utilizzata a beneficio della comunità; essendo così in grado di ottenere di utilizzare piattaforme di decentramento delle informazioni (Nuvola / bigdata), intelligenza artificiale (AI), le biotecnologie e sensori per ulteriori informazioni rapide sugli eventi, il monitoraggio e l'allocazione delle risorse.

Siamo in un momento in cui tutti i professionisti, indipendentemente dal loro campo di competenza, possono utilizzare le tecnologie come alleati per promuovere lo sviluppo dei loro ambienti. I progressi e le conquiste tecnologiche hanno generato importanti trasformazioni degli spazi - come nel caso delle infrastrutture - e non è più un capriccio di molti, ma una richiesta del contesto abitato. Tutti questi progressi, aspirano a lasciare il posto alle cosiddette SmartCities; quali sono i contesti che richiedono un'armonia di connessioni tra risorse umane, tecnologie, gestione delle informazioni e adattamento all'ambiente.

-Capisco, fumato più vicino alla fantascienza dei film post-apocalittici. Ma dai, questo è un argomento che si trova nell'arena in cui la geolocalizzazione gioca un ruolo molto importante.

Questa integrazione di risorse e strumenti, consentono nazioni e governi migliorare il processo decisionale, essendo in grado di ottimizzare la sua economia e stile di vita, ciascuna delle cose esistenti nello spazio sarà utilizzato per formare parte di una serie di informazioni infinita, ciò che viene chiamato IoT (Internet of Things).

Esempi interessanti che ho visto personalmente di SmartCity è Singapore, che ha guadagnato la qualifica come una delle città più intelligenti del mondo, caratterizzata da spazi intuitivi, con uno sforzo per implementare e mantenere la costanza nella sorveglianza e nel monitoraggio attraverso molteplici sensori, così come un esercizio per una piattaforma che ospita i dati in modo continuo, con la quale le decisioni possono essere fatte per quanto riguarda l'esistente, mantenendo un focus sulla sostenibilità ambientale e strutturale.

La visione di internet degli oggetti non solo circa l'implementazione di sensori nelle cose, o mantenere una raccolta di attivo e isolati gli uni dagli dati utensili, ma anche le risorse e le azioni mirate sulla creazione dei Smartcities, sono interconnessi con i processi documentazione, design, architettura - ingegneria - costruzione AEC (per il suo acronimo in inglese), il building Information Modeling (BIM) e la gestione dei meccanismi di informazione, come GIS, queste relazioni sono ciò che costituisce la vera sfida nella creazione di città intelligenti.

Dopo aver avuto una chiara necessità di interconnessione dei processi come AEC + BIM + GIS, come il centro di gestione delle informazioni, aspira all'integrazione con la città di modellazione 3D. Da qui la follia di semplificare e snellire la modellazione vicina per acquisire informazioni quali l'identità dell'essere umano, con i record come binocolo digitale verso l'asse della gestione operativa nei processi quali il ciclo di vita di prodotti (PLM).

L'esempio di Leica Airborne CityMapper

L'uso delle tecnologie 3D, aiuta a ridurre i tempi e i costi della raccolta dei dati sul campo, e sebbene attualmente i team di rilevamento siano quelli che stanno avendo adattamenti e modifiche per acquisire i dati di modellazione, è interessante come Hexagon attraverso Leica geosistemi state mostrate come alternativa, creando un sensore che cattura vari tipi di dati in modo automatizzato e integrato, utilizzando noti Leica Airborne CityMapper.

Acquisizione dati

Il mercato offre sensori adatti per droni cattura delle immagini, a raggi infrarossi, accelerometri, misuratori di umidità, sensori per le strade per controllare il flusso del traffico, i lettori di particelle nell'atmosfera e altri che prendono le informazioni all'interno dello spazio terrestre. Tuttavia, riteniamo che la scommessa Leica Geosystems, nella sua evoluzione come sviluppatore storico di tecnologie specializzate nel settore della acquisizione ed elaborazione dati a distanza, un passo significativo con il lancio del Airborne Leica CityMapper, che funziona curiosamente come un sensore ibrido per via aerea con caratteristiche come:

  • Una fotocamera meccanica bidirezionale con una risoluzione spaziale di 80 MP e vista Nadir.
  • Quattro telecamere meccaniche con direzione di volo, mini risoluzione RGB 80 MP e un angolo di rotazione di 45º per scattare immagini oblique.
  • Sistema Lidar, frequenza di ripetizione di 700 Hz, scanner obliquo di diversi modelli, gradi 40 di campo visivo, analisi delle onde e attributi in tempo reale.

E 'stato creato per la funzione della città di mappatura e urbana loro modellazione, che è, al di là solo la geolocalizzazione di elementi, è possibile creare le ortofoto, nuvole di punti, DEM e modelli 3D; in modo che Hexagon con questo sensore cerchi di avere uno strumento importante per lo sviluppo di SmartCity per la sua linea; aiutando a comprendere il complicato funzionamento dell'ambiente e le dinamiche delle città. La sua struttura complessa comprende catturare una grande quantità di dati in una volo, che non avvenne con convenzionali satelliti di telerilevamento ed osservazione della Terra, GNSS o radar.

Sebbene, l'esistenza di piattaforme spaziali che forniranno altri dati complementari non verrà ignorata; Con questo nuovo sensore, non è necessario scegliere tra prodotti, come un'immagine o una nuvola di punti, perché tutte le informazioni sarebbero già su un singolo volo.

Questo sensore aereo può catturare rapidamente ed efficacemente dalle città più piccole, alle città con la più alta densità urbana, contribuendo ad evitare di spendere risorse finanziarie su più piani di volo o piani di missione

Trattamento dei dati

Per elaborare la quantità di informazioni generate da questo sensore, Leica fornisce un sistema, chiamato da loro come una piattaforma di flusso di lavoro unificata, che comprende le attività dall'acquisizione, l'elaborazione dei dati e la visualizzazione dei dati, attraverso un software specializzato chiamato HxGN.

Hanno cercato questo software per essere semplice e intuitivo, attraverso passaggi molto specifici che guidano l'utente a generare il prodotto che richiede. Coinvolge i flussi di lavoro in modo che i prodotti derivati ​​dalla cattura vengano generati il ​​più rapidamente possibile; ogni prodotto ha un pulsante di azione specifico. Sebbene il software offra un'interfaccia semplice, è necessario anche tecnici o analisti con esperienza nella gestione di questo tipo di dati.

È possibile, in base alle esigenze, aggiungere più licenze che si adattino ai dati acquisiti. HxGN, è progettato per registrare i dati multipli generati dal CityMapper, attraverso i suoi tre moduli principali: RealWorld, RealCity e RealTerrain.

  • RealWorld: è specificamente progettato per progetti che coinvolgono immagini su larga scala, include il modulo di orto generatore - orto mosaici, informazioni sulla nuvola di punti.
  • RealTerrain: è la soluzione di post-elaborazione dei dati Lidar per grandi aree e alta densità strutturale. Include il modulo orto generatore: informazioni ortomosa, record e nuvola di punti, calibrazione automatica e metrica dati.
  • RealCity: è il modulo di supporto per SmartCities, che consente di generare la modellazione 3D delle strutture acquisite. Include il modulo orto generatore - ortomosaico, informazioni sulla nuvola di punti, il modellatore di città, il mappamondo e l'editor 3D.

E 'sicuramente una sfida forte per ciò che stanno cercando per il loro prossimo Bentley Systems, con qualcosa di molto simile a ciò parleremo più tardi, con ContextCapture, CityMapper e attrezzature Topcon. Dovremo vedere come si affronta la coppia Esri / AutoDesk, ci vorrà loro il tempo di integrare gli strumenti che hanno avuto i loro percorsi come Drone2Map, Recap, Infraworks, lasciando la sfida di integrare un produttore di apparecchiature con la visione allineato. Trimble porta anche la sua alternativa.

Test e applicazioni

Uno dei test di lancio del sensore è stato effettuato dall'azienda Cielo blu dal Regno Unito, con un interessante percorso di ricognizione aerea, che ha utilizzato in questo caso la cattura di dati tramite immagini nadir e oblique con la scansione laser 3D, in diverse aree tra cui Londra. Nell'immagine, viene mostrata simultaneamente la cattura prima e dopo, così come la nuvola di punti associata alle strutture presenti nell'area. L'accuratezza dei dati rispetto alle strutture originali suggerisce l'importanza di questo strumento per il futuro delle città.

Leica ha dichiarato di non aver terminato il suo lavoro con il CityMapper, poiché hanno bisogno di sviluppare presto la funzione di produrre e postelaborare grandi mosaici di ortofoto di grandi aree urbanizzate. L'uso di questo sensore ha diversi tipi di applicazioni, all'interno delle quali può essere chiamato:

  • Catasto e pianificazione,
  • Risposta rapida alle emergenze,
  • Monitoraggio della vegetazione della città,
  • sicurezza
  • Modellizzazione del traffico veicolare,
  • Viaggi virtuali,
  • architettura,
  • Pubblicità,
  • Videogiochi

L'implementazione di tecnologie come Leica CityMaper, sono indispensabili per SmartCities, poiché non indica solo la posizione di tutti gli elementi dello spazio, ma modella la sua struttura, integrando questa informazione con quella generata da altri sensori come temperatura e umidità dell'ambiente, essendo in grado di indicare aree in cui la densità urbana ha aumentato le temperature o modificato il clima.

Prospettive dalla nostra prospettiva

Se c'è una cosa che non possiamo evitare, è che le tecnologie di questo ambito cambieranno (di nuovo) e semplificheranno il modo in cui facciamo attualmente le cose nel settore della fotogrammetria, della mappatura, della progettazione delle infrastrutture e della gestione delle risorse. Quindi, la quarta rivoluzione non è così lontana anche se non ci sono tutte le condizioni per la massa in tutte le industrie, ma darebbe il tono alle questioni che già lavorano su questo sensore come la robotica, la trasmissione, lo stoccaggio e altri usi della risorsa naturale, come l'energia - Sapendo che l'acquisizione di immagini avviene tramite l'energia solare e le pulsazioni emesse dal sensore nel caso Lidar. Quindi nelle applicazioni vediamo il suo potenziale in aspetti visti in SmartCities come realtà virtuale, simulazioni utili come la prevenzione delle vulnerabilità e anche per usi inutili ma economicamente vantaggiosi come i videogiochi.

Nonostante il mio pragmatismo dell'urgenza di tecnologie innovazioni emergenti, l'orizzonte sembra promettente, anche se la loro accettazione da parte di imprese e professionisti Geoingegneria crescerà nella misura in cui le soluzioni sono parte integrante di entrambi cattura e modellazione come aggiornamento delle informazioni controllata e l'apertura per l'integrazione in soluzioni utenti finali.

Vedi altro da Leica CityMapper

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.