Argomenti molto non tecnici del Land Survey Congress

Ciao tenero, è stato un congresso davvero produttivo, significativo per il Guatemala e un momento importante per la regione centroamericana. Prima di parlare degli aspetti tecnici dell'evento -che interessava solo i miei lettori- con cui sarò intrattenuto nei prossimi giorni, voglio approfittare per liberare qualcosa dal contesto che nei thread liberi sono stato in grado di approfittare e che sicuramente continui nella categoria del tempo libero e dell'ispirazione.

D: \ DCIM \ 104MEDIA \ IMG_0857.JPGÈ strano sentire nella voce di altri il nome Geofumadas, l'ombrello sotto il quale sono venuto in questa occasione. Sono soddisfatto che questo sforzo oltre il suo inizio come Blog, ora con più di 37,000 visitatori mensili, sia considerato per il suo contributo al contesto geospaziale di lingua spagnola, quindi si rallegra quando un professore ti dice che i suoi studenti lo citano come fonte bibliografica senza poterlo completare il nome dell'autore per il suo anonimato. Le cose nella vita, mentre non le senti dagli altri, non le percepisci in una dimensione più ampia di commenti online o consultazioni in chat. Per concludere questo preludio, devo dirvi che è stato un privilegio condividere il podio con persone che sono leader in questioni di gestione territoriale come Martin Wubbe di Kadaster, Diego Erba dell'Istituto Lincoln, Javier Morales di ITC, Mario Pimetto di Cadore di Córdova e Jean Roch Lebbeau di SEGEPLAN.

Mi sei mancato quando sono arrivato a Quetzaltenango, a tre ore dalla capitale più il tempo del tentativo di lasciare l'aeroporto in una città abbastanza congestionata nelle ore di punta. Questa sezione ha comportato un discorso di viaggio e un po 'di sonno proporzionale al cambio di altezza che giustifica i capelli grigi, @ 14.66 chilometri lineari e @ 113.47 nel delta altimetrico dello spartiacque delle montagne, lì dallo zigomo sinistro del Parzialità Totonicapán che raggiungono i 3,330 metri sul livello del mare (non sulla strada).

Teneramente, ho capito che questo è un enorme confusione non è necessario in questo articolo, ma fa parte di tornare indietro, guardando come io giro in bici nuvole piedi 33,000 ai margini delle aree UTM 15N e 16N, test GaiaGPS sull'iPad per vedere cosa catturano i satelliti a questa altezza e velocità. Non vedo l'ora di arrivare a @home, correre intorno ai ragazzi e godermi il velo di magia che 14 anni di matrimonio e forse più di 17 anni di conoscenza della tua esistenza lì producono. Strana combinazione di follia, passione e quel gusto chiaro di prendersi cura del proprio aspetto, che contrasta con lo stile di quest'altro pazzo che considera gli abiti solo un requisito per uscire in strada.Jocon

Ti dico, è stato bello condividere con un ex insegnante di collegio nei miei anni di liceo, che in quelle grandi coincidenze ha vissuto qui a Quetzaltenango un paio di mesi fa. Interessante, 24 anni dopo mangiare con la sua famiglia e godersi un buon Jocóm, un pasto di questa regione che include pollo in una zuppa verdastra, mescolato con tortillas calde, riso e un tè alla cannella che compensano l'apertura poligonale dell'anima che il miglia ... non i chili in più. I fili che legano tutta questa storia non hanno potuto impedirmi di ricordare momenti della mia infanzia, quando le ancora cattive abitudini dei guerriglieri FMLN mi facevano cercare la libertà in un altro paese e ha segnato la mia gioia di viaggiare.

BonifazA Quetzaltenango ho soggiornato alla Posada Bonifaz, da solo ho sentito la tua compagnia quasi come se fossi qui. Il posto esiste dal 1936, è un posto molto accogliente che consiglio, vicino al parco e inserito in un contesto che non si può evitare con le luci della notte e una buona giacca perché il freddo è un'altra storia. Questo centro storico è una preziosa testimonianza di un sicuro lavoro degli anni del comune, per il recupero di un patrimonio storico di epoca coloniale.

In seguito ho anche potuto vedere altre preziose testimonianze di quegli anni della corona spagnola; l'Eremo di El Carmen a Salcajá; la più antica chiesa cattolica dell'America centrale, costruita intorno al 1524 quando gli spagnoli erano dei veri invasori; E non necessariamente come fanno ora con la gvSIG Foundation, ma con lo stesso spirito che sembra non perderanno nel tempo.

Avrei voluto coincidere con la bella stagione, nel mese di agosto in onore di San Luigi Re di Francia; tempo in cui risuonano tracce dell'intangibile; Anche se all'alba del giorno salta su donne che trasportano i loro figli sulla schiena, vestite con il costume tipico colorato: una specie di camicetta chiamata Güipil e qualcosa di simile a una gonna conosciuta come Corte, caratteristiche che sono rimaste nell'orgoglio delle radici che non muoiono anche se sono rimasti pochissimi rami. Peccato che non venga più praticata la danza del bastone volante, in cui un tronco eretto nel quadrato costituiva il perno di un cesto rotante, da cui due persone pendevano ad anello girando in quella sensazione di sentire che non solo gli occhi stavano spuntando fuori dallo spin centripeto a ciascuno π / 4. Sarà in un'altra occasione che tu possa accompagnarmi, che passo per Rabinal o Baja Verapaz dove si dice che sia ancora praticato.

il cielo di San Jacinto, Salcaja

Ora non ci sono quasi più sfilate scolastiche, giostre, corride e alcuni dei mix che gli spagnoli hanno portato alle danze; è comunque buono se accompagnato da un buon brodo di pollo con Paches di Papa e lo scambio di buone battute a sano / accettabile morbo come solo gli americani centrali possono contare.

Così teneri, queste sono state la leggerezza di un viaggio che mi lascia un buon sapore in bocca, più che il contesto culturale che circonda il fiume Salamá, devo ammettere che il ruolo delle persone che hanno molestato le condizioni per essere l'accademia obiettivo nel suo ruolo di sostenibilità del settore geospaziale. È ironico e curioso che tutto questo lavoro che fa l'Università di San Carlos non sia a Città del Guatemala, quindi essere nella seconda città più importante di Chapina fa sì che tutti i comuni che convergono con questa valle assumano una sfida significativa nei prossimi 10 anni. Vedremo se onorano l'antica capitale del regno di Quiché, quando si chiamava Xelaju e poi Pedro de Alvarado chiamava La Tierra del Quetzal in lingua azteca. L'ho visto chiaramente nei volti di alcuni ragazzi che sono appena ai primi anni di carriera, e questo fa bene a tutti.

Inspiring, ma devo tornare alle mie canzoni lapidate, che mi hanno con la picca sulla punta della lingua. Inoltre hanno appena detto che i dispositivi elettronici vanno spenti, e non voglio togliere il significato originale dell'articolo che per la prima volta è iniziato ed è finito letteralmente tra le nuvole su un iPad puro. Quindi, grazie per aver raccolto spighe di questo campo di grano, per aver compreso il mio tempo e per avermi accompagnato oltre ogni pensiero in questo viaggio. Tra pochi minuti atterrerò, e sarà bello sentire di nuovo quella lingua che solo tu ed io comprendiamo, che doveva essere esistita prima che ti incontrassi e che ancora la notte fa vibrare coleotteri nel fegato e lacrime con ossa doloranti.

3 Risposte a "Pochissimi argomenti tecnici del Congress of Surveying"

  1. ... Sicuramente, molte delle frasi hanno una dedica.
    Grazie per aver seguito questo spazio e per scontato che esista.

  2. Ciao Rudy. È stato un piacere condividere con te al congresso, rimpiangendo che il tempo è breve e il programma è serrato. Ma sicuramente ci sarà tempo per una visita lì o attraverso la capitale, o il caldito o una buona tazza di caffè hanno sempre un buon sapore.

    Saluti e vai avanti con la gara.

  3. Ciao mi chiamo Rudy De Leon, e faceva parte della gestione del territorio congresso, sono una studentessa della seconda metà di gestione del territorio a Quetzaltenango e orgoglioso di essere il figlio di Salcajá, cresciuto giocando intorno alla chiesa di San Jacinto e non conoscono la gioia che provo conoscere i suoi commenti su di esso e del luogo in cui sono nato, se avessi saputo che stavo per visitare il mio pezzo di paradiso avrebbe voluto condividere con voi un bicchiere di Caldito frutta e un pezzo di tela che producono le mani dei miei fratelli artigiani, ma il mio cuore è pieno di gioia sapendo che parte di quello che mi piaceva nella tua visita era la mia grande città Salcajá.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.