... E i geoblogger si sono riuniti qui ...

Qualcuno doveva materializzarsi l'idea di sedersi nello stesso spazio, un gruppo di completamente diverso nella personalità, la gente pensava e contesto culturale, ma insieme con la variante di essere di lingua spagnola, sono intensamente appassionato di ciò che accade nel contesto geospaziale.

Questo è il "Primo Incontro Nazionale dei Geoblogger", promosso nell'ambito del Primo Congresso di Ingegneria Geomatica dell'Università Politecnica di Valencia. Non è stato facile per gli organizzatori, considerando che tra tre ore dovrebbe avere una visione stimolante di come ciò è accaduto, quale ruolo giocano nell'influenza delle masse e dove potrebbe evolversi.

Sarà interessante, considerando che lo schema di ciò che un Geoblogger dovrebbe essere nessuno mai definito. Si è semplicemente evoluto come risultato di iniziative individuali, collettive e congiunturali; alcuni sono nati come hobby, altri come passione temporanea, altri come suggerimento di terzi per un pomeriggio di birre e frittura. Inoltre, non tutti sono sopravvissuti nel tempo, alcuni hanno persino avuto il loro periodo sabbatico e sono riemersi di nuovo.

Non importa come ci siano arrivati, alla fine sono persone, "geoblogger". Ascoltare quel contesto darà una dimensione di cui si sa poco chi c'è dietro quella new entry un lunedì mattina alle 10 del mattino, il link su Twitter alle 12 o la fotografia del team di lavoro di mercoledì. Al di là del nome o del marchio popolare, chi è il Geoblogger quando lo sentiamo parlare di un argomento di cui ha a malapena pochi minuti perché il prossimo sta arrivando.

Formale, peloso, casual, popolare o anonimo, il gruppo dei Geoblogger è arrivato ad una fase in cui l'influenza individuale non è più importante, ma il gruppo rispetto a quanto accade nella nicchia delle tecnologie applicate alle scienze della terra . Che ci piaccia o no, l'accademia, il contesto open source, l'azienda privata e, soprattutto, gli utenti privati ​​hanno preso coscienza di ciò che dicono, raccontano e addirittura in alcuni casi propongono nel loro oracolo i Geoblogger più vicini alla loro disciplina.

Nessuno li ha chiamati Geoblogger, solo questo è il primo incontro, possiamo sentire il "prima", ma dovremo essere consapevoli di ciò che accade nel "dopo", poiché in questi tempi di globalizzazione, non è possibile stilizzare tra chi scrive individualmente una volta al mese, colui che tuitea ogni 2 ore o quella che rappresenta un blog collettivo. Indubbiamente tutti hanno una quota di partecipazione.

Qual è quella quota ... lo capiremo solo per consenso dopo l'evento di questo 5 di luglio.

Quando e dove

5 luglio 2017. Scuola Tecnica Superiore di Ingegneria Geodetica, Cartografica e Topografica dell'Università Politecnica di Valencia. Edificio 7 I del Vera Campus. Stanza 0.1.

Se qualcuno può partecipare, non dovrebbe essere perso. Per coloro che sono lontani, possono continuare lo streaming al seguente indirizzo:
https://videoapuntes.upv.es/streaming/61f4e290-5567-11e6-a6e5-a1f0bb93fc00

Quale Geobloggers parteciperà

Tutti quei blogger che scrivono con una certa frequenza articoli sui loro blog (almeno una volta al mese o si distinguono su Internet), oltre ad alcuni degli strumenti più utilizzati oggi nelle geotecnologie.

A cui si rivolge

A tutti coloro che sono interessati all'argomento, dai professionisti agli studenti, alle aziende, agli imprenditori e alle pubbliche amministrazioni.

L'ordine del giorno

Sebbene possa subire lievi modifiche, è già stato proposto il copione metodologico, che mira a creare un importante forum di discussione e dibattito della professione, sfruttando la consapevolezza dei suoi membri della realtà e dell'attualità, oltre a stabilire sinergie tra diversi gradi correlati che Hanno la geomatica come collegamento.

Copione

11-12: 00: Benvenuti ai partecipanti
12-12: 30: apertura pubblica dell'evento

  • ETS Geodetica, Cartografia e Topografia
  • MAPPATURA
  • Juan Toro
  • Gerson Beltrán

12: 30-13: 30: Il turno dei geograndi:

Héctor (Geographica), David Piles (Strageo), Jorge del Río (Orbemapa), Álvaro Anguix (GVSig), Roberto (Gis & Beers), Óscar Martínez, (More than SIG), Antonio Rodríguez (Blog IDEE), Geofumadas (video), Nosolosig (video).

  • Cosa hai studiato, cosa fai e cosa fa il tuo blog?
  • ¿ "Geoego"? marchio personale, tra autosufficienza e collaborazione
  • La materia è importante? seguaci, tra quantità e qualità
  • ¿Inbreeding? collaborare per divulgare
  • Quali strumenti utilizzate?

13: 30-14: 10: Strumenti e iniziative:

Amici della mappa, CARTO, Creasolutions, eDiamsystems, Esri, Geoinquietos, GVSig, QUI.

14: 10-14: 40: dibattito aperto, tra il pubblico e domande sull'hashtag #geobloggers su Twitter.

14: 45-15: 00: conclusioni e chiusura

15: 15: Cibo e rete

Da ricordare

Salva l'hashtag:  https://twitter.com/hashtag/geobloggers?src=hash

La dirección streaming: https://videoapuntes.upv.es/streaming/61f4e290-5567-11e6-a6e5-a1f0bb93fc00

La notizia del Mapping Magazine

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.