Realtà aumentata o virtuale? Quale è meglio presentare un progetto? 

Il modo di presentare i progetti ha subito un'importante trasformazione, grazie alla digitalizzazione del settore e all'applicazione di nuove tecnologie. Ed era una questione di tempo che questi progressi raggiungessero anche il settore delle strutture. Sia la realtà aumentata che la realtà virtuale danno la possibilità presentare i progetti in un modo più innovativo e sorprendente, contribuendo a sua volta un grande valore per la vostra comprensione.

Grandi aziende e piccoli studi di architettura e ingegneria in tutto il mondo utilizzano queste tecnologie nei loro processi quotidiani, in varie fasi del progetto. Ma prima di decidere di presentarli è necessario conoscere le loro differenze per sapere cosa è necessario, qualcosa che dipenderà dal progetto in questione.

Realtà aumentata e realtà virtuale: differenze

Attraverso La realtà aumentata è sovrapposta a informazioni extra virtuali su elementi e ambienti reali. In questo modo, è possibile, ad esempio, mostrare un modello 3D del progetto sull'ambiente reale in cui verrà collocato e visualizzarlo come un tutto. La realtà aumentata consente inoltre di mostrare lo stato di avanzamento del progetto, evidenziando e sovrapponendo le diverse fasi.

D'altro canto, La realtà virtuale consiste nell'utilizzare dispositivi che coprono la vista, rendendo solo un ambiente 100% virtuale. Nulla di ciò che si vede è reale, generando un mondo virtuale in 3D o attraverso foto o video a 360. Questo permette, ad esempio, di partire dal luogo in cui sta andando il progetto, di posizionare su di essi il modello 3D che abbiamo proiettato.

Entrambi nel esempi di realtà aumentata Con la realtà virtuale, l'utente ha l'opportunità di interagire con il mondo, ricevendo importanti informazioni sul progetto.

Modo per incorporare la realtà aumentata e la realtà virtuale in un progetto

Abbiamo trovato nel Esempi di realtà aumentata molto buono della sua applicazione nei progetti, come nel caso della realtà virtuale. E il fatto è che, contrariamente a ciò che può sembrare, è un processo molto facile e veloce.

Precisamente la cosa più complicata è arrivare a quello che già abbiamo, che è il nostro progetto calcolato e modellato in 3D. Partendo da quella base, dovremo solo scegliere di mostrarlo in realtà aumentata su un aereo o di sovrapporre il modello 3D alla reale posizione della struttura, o di ricorrere alla realtà virtuale nel nostro studio o nelle strutture del cliente. La scelta dipenderà dalle dimensioni del progetto e dall'investimento che verrà effettuato.

Se decidi sulla realtà aumentata puoi utilizzare una piattaforma per l'ingegneria, per pubblicare il progetto in un canale personale confidenziale. È inoltre possibile sviluppare un'applicazione personalizzata per il progetto. Ma se si opta per la realtà virtuale, è necessario sviluppare un'azienda specializzata solo nello sviluppo della realtà virtuale.

Una risposta a “Realtà aumentata o virtuale? Quale è meglio presentare un progetto? "

  1. Inizia con una domanda e non arriva a una risposta o soluzione, l'articolo non chiarisce il dubbio che solleva, è come se lo stesse chiedendo, è 1 o è 2? E l'articolo risponderebbe "se entrambi sono numeri"

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.