Servizio Web di vecchie mappe tra le più importanti del volume di mappatura 28-124

Nella sua pubblicazione più recente il volume 28 -per il mese di marzo e aprile 2019- La rivista Mapping ha posto come tema centrale tutto ciò che riguarda la IX Conferenza iberica sulle infrastrutture di dati spaziali. All'interno della selezione di sette articoli scientifici, pubblicati in questa rivista di importanza per il settore geoscientifico, si evidenziano almeno quattro argomenti, di cui facciamo una breve descrizione.

MAPPING è una pubblicazione tecnico-scientifica con 28 anni di storia che mira alla diffusione di ricerche, progetti e lavoro svolto nel campo della geomatica e delle discipline ad essi connessi, con particolare attenzione per la sua applicazione in campo di scienze della terra.

A discrezione del nostro editore, i temi scelti sono stati i seguenti:

  • Vecchio servizio web di mappe
  • Servizio dati dell'unità di tecnologia marina (UTM-CSIC),
  • Implementazione del modello INSPIRE nella Diputación Foral de Álava
  • INSPIRE Controllo di qualità in metadati, dati e servizi: come utilizzare set di test astratti ed eseguibili.
  1. Vecchio servizio web di Maps

È uno dei pezzi di indagine, che ha attirato la nostra attenzione solo guardando il titolo; scritto da Alvaro Bachiller, Carolina Soteres e altri quattro coautori. La premessa dice molto; per conoscere il futuro dobbiamo sapere cosa è successo in passato, cosa si applica sicuramente allo spazio geografico.

Questo progetto di pubblicazione di vecchie mappe - chiamato La Cartoteca - è partito dall'anno 2008, ed è condotto dal CNIG - National Geographic Information Center, in collaborazione con il dipartimento del Territorio del National Geographic Institute e il National Geographic Institute - IGN. La cosa interessante è che le istituzioni di cui sopra sono riuscite a raccogliere una grande quantità di informazioni spaziali storiche dal sedicesimo secolo attraverso la squadra che compone la libreria di mappe.

"Le mappe storiche, aiutano a identificare morfologie, strutture costruite prima di ciò che è attualmente conosciuto, e possono generare più analisi concreta, proiezioni di ciò che è stato e rimarrà lo spazio, oltre ad essere il patrimonio nazionale".

Molti di questi preziosi documenti, comprese mappe della popolazione, mappe tematiche o planimetrie topografiche catastali, possono già essere consultati dal pubblico studentesco, professionista o amatoriale. Quanto sopra è materializzato dalla disposizione del CNIG ad offrire servizi di mappe web - nei protocolli WMS - per fungere da archivio per questa grande quantità di dati.

Nel WMS, puoi avere accesso a più servizi come:

  • Schede chilometriche - piani topografici catastali: con una scala di 1: 2000. Questo documento storico è stato revocato tra 1861 e 1870; dal General Board of Statistics - predecessore dell'IGN.
  • Planimetria: si tratta di livelli che mostrano piani manoscritti realizzati tra 1870 e 1950, prima della costruzione della mappa topografica nazionale sulla scala 1: 50.000.
  • Prime edizioni della National Topographic Map - MTN, generate tra le date di 1875 e 1968. Questo servizio include altri due tipi di documenti cartografici:
    • i minuti MTN realizzati tra 1915 e 1960,
    • Prima edizione dell'MTN: composta da fogli 4123 e creata da 1975 a 2003.

I dati spaziali si applicano a livello nazionale, tuttavia, nel caso di città di grande importanza strategica e storica come Madrid, una grande quantità di informazioni correlate è stata compilata e viene offerta nello stesso servizio di mappatura web - WMS. Le informazioni sulla cartografia storica di Madrid sono molto diverse dalle suddette, ci sono dati come: mappa Mancelli di Madrid, mappa topografica della Villa e del tribunale di Madrid, mappa di Nicolás de Chalmadrier, mappa geometrica di Madrid, Mappa dei pacchi di Madrid e Madrid

In questo articolo, indicano gli altri servizi associati alla piattaforma di download CNIG, come la query di ortofoto, e le tecnologie utilizzate per rendere possibile questo progetto attraverso il servizio di Orthophotography storico. Questo servizio offre sei tipi di livelli per gli utenti:

  • Voli americani: serie B (1956 AND 1957),
  • Volo interministeriale: lavori del Consiglio Superiore di Spagna tra 1976 e 1986,
  • Volo interno: scala 1: 18.000 tra 1981 e 1983,
  • Volo OLISTAT: promosso dal Ministero dell'Agricoltura, per le province olivicole tra 1997 e 1998,
  • e PNOA Flights: copre l'intera superficie nazionale con una frequenza di tre anni, sono inclusi solo i dati da 2004 a 2016.

Oltre a quanto sopra, sul luogo, sulla natura e sulla data di creazione dei prodotti, viene indicato come i dati sono stati trattati, poiché le informazioni spaziali che risalgono a più di 100 anni, richiede un processo di preparazione , valutazione e archiviazione ancora più delicati rispetto a dati spaziali più recenti. Un esempio di questo trattamento è che esse essendo un tipo di dati secondari, passare attraverso processo di digitalizzazione da un fotogrammetrica professionale e scansioni riferimenti geografici, pp -per 400 e 254 scala più piccole -Per pp scala più larga , per poi memorizzarli nei server CNIG, che verranno decisi in base alla loro dimensione se vengono inviati al server WMS o salvati su un disco esterno.

Va anche detto che gli autori spiegano come l'evoluzione del progetto sia stata negli ultimi anni, dalla sua apertura al pubblico, mostrando statistiche che indicano: il tipo di server, il numero di visite, il numero di richieste, i download in (Gb) e le piattaforme che ospitano i dati.

  1. Servizio dati dell'unità di tecnologia marina (UTM-CSIC),

salinità o temperatura: In questa ricerca, da Juan Valderrama, Susana Tagarro, e due co-autori, il lavoro dell'unità Marine Technology che si propone di fornire agli organi di informazione di stato in materia di aree oceaniche come descritto.

Questa unità svolge un lavoro interessante, dal momento che deve raccogliere e analizzare i dati raccolti ogni ora 24, quindi assumiamo che si traduca in un volume elevato di diversa natura a causa dell'attività negli oceani. In questa ricerca, è interessante sottolineare la limitazione dell'utilizzo dei dati raccolti sul campo, che vengono successivamente trattati, analizzati e trasferiti all'organo di governo - Ministero della Scienza, dell'Innovazione e delle Università.

L'articolo menziona le implicazioni del consolidamento di un'infrastruttura di dati spaziali marini per navi oceanografiche, viene presentata ciascuna delle fasi necessarie per raggiungere questo obiettivo, come ad esempio: determinazione delle professioni che costituiranno il team di raccolta, analisi e custodia dei dati (fisico-chimici, biologi, geologi o meteorologi), la costruzione di metadati, directory, implementazione di un catalogo di campagne - che indicherà il tipo di dati necessari per la generazione del prodotto finale-, requisiti software (in questo Caso Geonetwork)

  1. Implementazione del modello INSPIRE nella Diputación Foral de Álava

Questo progetto creato da Jorrín Abellán e Oscar Diego Alonso, è strettamente correlato al tema principale della rivista per questo volume, in modo da iniziare a dare ragioni per l'importanza della costruzione e l'implementazione di Spatial Data Infrastructures - SDI come INSPIRE ha accettato la sfida dell'armonizzazione.

Descrivono anche aspetti come ciò che significa il processo di armonizzazione dei set di dati, qual è lo strumento utilizzato durante questo processo, i bisogni risolti, i vantaggi di tutta questa armonizzazione.

  1. INSPIRE Controllo di qualità in metadati, dati e servizi: come utilizzare set di test astratti ed eseguibili

È uno degli argomenti relativi al tema precedente, scritto da Alejandro Guinea de Salas e Paula Rodrigo. Questo inizia sottolineando come gli orientamenti tecnici INSPIRE, può effettivamente contengono informazioni preziose per garantire l'interoperabilità dei dati e anche la metodologia necessaria è indicata per i dati, metadati e processi relativi alla INSPIRE sono efficaci ed efficienti attraverso divulgazione.

L'articolo è più che interessante per dare al lettore un'idea di come iniziare a lavorare con INSPIRE, iniziando con la configurazione dell'ATS - set di test astratti, loro codifica e requisiti, continuando con l'ETS - set di test eseguibili, test di sviluppo - Test Lineage, Test Encoding e Test Bounding Box, così come i risultati ottenuti.


Oltre alle recensioni dei suddetti articoli, le altre opere che questa rivista presenta per questo volume includono:

  • Nomenclatura toponomastica valenciana
  • Geolake Search (il futuro dell'IDE sta migliorando il suo catalogo)
  • Sullo status dei nomi di luoghi ufficiali nelle Isole Baleari: il Nomenclátor de Toponymy di Minorca e la futura Nomenclatura Geografica delle Isole Baleari.

Come prima cosa hanno annunciato i Geobloggers nella sua seconda edizione, che si svolgerà a giugno di 2019; evento che Geofumadas sosterrà di nuovo - questa volta di persona-.


Informazioni sulla mappatura

La rivista Mapping, è un riferimento ispanico nelle pubblicazioni scientifiche. Con 28 anni di divulgazione di lavori e ricerche su temi legati all'area della geomatica, infrastrutture, gestione dei dati geospaziali e sviluppi significativi che si verificano in questo contesto.

 “Dal 2013 l'attuale redazione ha definito una nuova linea strategica per MAPPING. È stato scelto eccellenza e prestigio, fingendo che la rivista sia uno dei più grandi depositi di informazioni e notizie del settore e un collegamento tra aziende private, università ed enti pubblici che sviluppano progetti, insegnano e diffondono la Geomatica e le sue applicazioni nei diversi settori che compongono le Scienze della la terra."

Raccomandiamo di visitare il sito web della rivista Mapping, lì potranno accedere a tutte le loro pubblicazioni bimestrali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.