Dimostrando Bentley Map Interoperabilità con ESRI

precedentemente abbiamo visto come fare con Microstation Geographics V8, e l'alternativa di importare file .shp.

Vediamo come è cambiato il mondo nel caso della versione 8.9 nota come Bentley Map XM. Il modo di gestirlo è molto robusto, nel senso che Microstation ora può leggere, modificare, chiamare un riferimento ... non solo una forma ma anche un mxd e altro ancora.

1. Apri un file .shp

Immagine Questo viene fatto semplicemente con "file / open" e scegliendo il formato shp. Si apre in sola lettura, ma come se fosse un dwg o dgn. 

Bentley ha fatto molto bene questa alternativa per aprire i file direttamente, perché oltre alla .dgn, .dxf e .dwg già fatto, celle aperte (.cel), librerie (.dgnlib), Redline (con estensione rdl), 3D Studio file (.3ds), SketchUp (.skp), Mapinfo (MIF e scheda formato nativo) tra gli altri.

Una volta aperta la forma, puoi toccare gli oggetti come se fosse una mappa comune.

mappa di bentley shp

Quando si visualizza la tabella delle proprietà, è possibile leggere il database .dbf associato ... wow!

ImmagineInoltre, quando si utilizza il comando "Attributi revisione", viene visualizzata la tabella delle caratteristiche xfm, equivalente ai dati dbf.

 mappa di bentley shp

2. Riferimento chiamataImmagine

È possibile chiamare "file di riferimento / gestore mappe" in diversi modi:

  • Come immagine:

Qui puoi chiamare i file ESRI, come .mxd, .lyr e .shp. Il vantaggio di chiamarlo da qui è che supporta la tematizzazione associata a mxd, mentre il semplice shp esce con un colore piatto. Anche perché viene chiamato come immagine, il controllo della trasparenza può essere facilmente gestito.

  • Immagine Come attributi:

Si tratta di un pannello speciale in cui è possibile scegliere separatamente le classi di funzioni per visualizzarle in una vista diversa o in recinzioni memorizzate.

  •  ImmagineCome mappa di riferimento:

Chiamato come riferimento, è possibile controllare l'opzione di snap, anche se un aspetto interessante è che come riferimento supporta anche i file Mapinfo (.tab e .mif).

Quindi, una volta che li metti, puoi disattivare o accendere funzioni, gruppi di funzioni, livelli o classi di funzioni attraverso il pannello di gestione della mappa.

 

3. Salvare un file .shp

ImmagineIl file può essere salvato in diversi formati, dgn, dwg, dxf, dgnlib (libreria dgn) o rdl (redline dgn).

I dati sono archiviati in formato xml, all'interno di dgn; cioè, il dgn contiene i dati ... la meraviglia dell'implementazione nota come funzionalità xfm.

 

4. Importazione tramite interoperabilità:

Immagine L'opzione denominata interoperabilità è un'alternativa che consente di connettersi ai dati serviti tramite l'origine dati: ODBC, OLEDB e Oracle come se fosse un servizio ArcSDE o ArcServer.

Uno dei vantaggi di farlo in questo modo è che puoi scegliere una feature class separatamente, assegnando il tipo di attributo che verrà importato in tipo tipo di linea, riempimento, trasparenza, ecc. anche se hai un progetto, vengono scelti gli attributi di destinazione.

Questo viene fatto tramite "file / imoprt / dati gis"

Allo stesso modo puoi esportare un servizio ... il che è chiaro dovrebbe vedere un utente ESRI ... che non ho provato ma un giorno di questi avrà tempo.

Conclusione:

Non male, considerando che hai la possibilità di modificare il CAD e l'interoperabilità con i formati ESRI.

 

4 risposte a "Testing Bentley Map: Interoperability with ESRI"

  1. opzione Tine Geographics per esportare file di forma, in tal caso, i tre file si creerebbero uno shp contenente la geometria, uno shx contenente l'indice spaziale e un .dbf che contiene i dati tabulari tra cui MSLINK.

  2. Ho geografica 2004 e hanno sviluppato un progetto con le mappe catastali che lo hanno collegato a un database con accesso, la domanda è: esiste un modo per inviare uno o più elementi stringa lineare associato a due MSLINK (una stringa lineare comune a due lotti ) a ArcGis o postGis in cui è possibile visualizzare il linestring con i suoi due mslink con il semplice clic sull'elemento. Ho bisogno di risposte immediate

  3. Sì, penso che non ci siano molte buone pratiche documentate. Penso che se lo acquisti direttamente con Bentley Systems, dovrebbero fornirti collegamenti a progetti o istituzioni nella tua zona che possano aiutarti.

  4. Vado a comprare il software di Bentley Map, ma non ho molta letteratura su come lavorare, per iniziare un lavoro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.