3D Modellazione dati Web con API-javascript: Esri Advances

Quando vediamo le funzionalità di ArcGIS Campus intelligenti con compiti come itinerari di viaggio tra una scrivania al terzo piano del palazzo dei servizi professionali e uno nel Q Auditorium, a seguito sia di terreni interni e l'integrazione dei dati BIM, troviamo L'integrazione dei flussi di Geo-ingegneria in una visione vincolante è molto vicina.

E nonostante il fatto che manchino attività serie per mantenere un metodo di tipo master data management (MDM) per un punto di verità tra la realtà leggera del GIS, la realtà dettagliata BIM e gli incidenti applicativi nella vita reale che girano su questo puntatore. Ci rendiamo anche conto che tutta questa funzionalità è in esecuzione sui browser web, con un po 'di Python per le routine ma soprattutto con un linguaggio leggero come javascript.

Ciò che inevitabilmente ci ricorda, è che la geomatica e gli ingegneri dovranno fare un ulteriore passo avanti per comprendere modelli e codici di programmazione.

È anche importante notare il passaggio di tendenza da ambienti desktop pesanti a frammenti di browser leggeri. Sicuramente uno scienziato informatico che ha creato arte con server GIS, Gis Engine o oggetti Gis ha cessato l'attività quando ha visto come funzionava Leaflet in un corso su MappingGis; Non sarei sorpreso se andasse a saltare sulla tomba al suo predecessore.

In attesa della prossima versione di ArcGis Indoors, questo articolo riassume una combinazione degli apprezzamenti di Lau: una tenace ragazza che collabora con questo sito - e le viste contestuali dell'editor di Geofumadas.com, nel recente webinar “Un'introduzione a 3D sul Web con l'API ArcGIS per Javascript ".

Gli espositori del webinar sono apparsi inizialmente con un buon aggancio sull'argomento dell'utilizzo del 3D nelle applicazioni ArcGIS, e su come si manifesta nelle piattaforme di: Scene viewer, Story Maps o Web App Builder a seconda dello scopo dello studio.

È stato importante che i concetti di base relativi all'argomento 3D fossero definiti fin dall'inizio, soprattutto perché oltre a mostrare i volumi, si cerca di modellare i processi. Anche l'aspetto che è ancora critico in termini di requisiti di sistema di base per eseguire processi legati a questo tipo di dati che sono completamente diversi dal 2D, come una buona scheda grafica, supporto OpenGL incluso nel browser w / WebGL.

Altrimenti, lasciateli raccontare da amici di SELPER, nel magnifico corso di gestione patrimoniale nelle tecnologie GIS, che ha avuto le sue barriere prima delle versioni OpenGL delle schede grafiche Nvidia dell'Università in cui è stato sviluppato.  Aumento esponenziale delle proteste degli studenti di Bogotà che hanno reso difficile fare abbastanza test il giorno prima.

Inoltre, hanno rivelato il lancio del supporto per eseguire lo strumento su dispositivi mobili come telefoni cellulari o tablet.

Nella presentazione condotto diversi esempi o manifestazioni, per capire come le API per funzioni JavaScript e come i dati è interconnesso per generare modellazione 3D, a cominciare con il carico di strati o informazioni per WebScene e successivamente la sua modellazione / rendering 3D in Screeneview,

Integrazione tecnologica

L'architettura è di tipo 4.x ed è composta da componenti visuali e widget, oltre ad accettare più livelli di informazioni da diverse origini dati. Questa architettura eccelle rispetto a 3.x perché la visualizzazione 3D è disponibile solo per questo livello. Gli strumenti Webscene e SceneView vengono utilizzati per gestire i dati 3D e sono completamente integrati nell'API, oltre a come la modellazione 3D può essere adattata ai dati disponibili nelle applicazioni precedenti.

Con esempi, hanno indicato la differenza visiva tra i dati 2D e 3D e come passare da una visualizzazione di mappa 2D WebScene a una 3D SceneView, tramite codici javascript. La manipolazione della telecamera è semplice, aggiungendo alcuni comandi specifici le viste cambiano la direzione. Sono stati effettuati test sulle seguenti caratteristiche:

  • voce, che consente la rotazione della telecamera sullo spazio di lavoro.
  • goTo: viene utilizzato per stabilire una vista in base a ciò che si desidera vedere in 3D, inoltre è possibile creare animazioni con questo strumento, ad esempio posizionando determinati gradi di titolo ricreare un'animazione di rotazione.
  • tomap: prende le coordinate della vista e la posiziona sulla mappa 2D
  • toScreen: consente di indicare un punto sulla mappa 2D e posizionarlo successivamente nella vista 3D
  • hitTest: è usato per determinare le caratteristiche che un punto specifico ha all'interno della vista

Essi inoltre definito che la costruzione di una mappa 3D ha gli stessi strumenti per creare una 2d, come l'utilizzo di mappe di base, strati o strati che sono anche supportati che per 2D (WMS, vettori o CSV).

Tuttavia, si deve tenere conto del fatto che i layer 2D non contengono le informazioni di "Z" (altezza), ecco perché per modellare i dati è necessario avere layer associati a 3D come nuvole di punti, meshlayerso elevationlayers. All'interno dell'API, puoi chiedere informazioni su questi livelli 3D, come punti di elevazione specifici all'interno della vista, nell'immagine (1) che il terreno è stato inizialmente osservato e nell'immagine (2) mentre cambia dal domanda o consultazione fatta.

Hanno mostrato diversi esempi di come vengono rappresentati i dati, ad esempio quali dati sono supportati da SceneLayers (punti) e oggetti 3D (oggetti 3D).

Per le grandi città, la rappresentazione di oggetti 3D è uno strumento potente, poiché è possibile vedere, non solo la posizione spaziale dell'oggetto, ma si possono aggiungere il suo volume, il rapporto con l'ambiente, nonché le caratteristiche intrinseche di ciascuno di essi. gli oggetti. L'immagine seguente mostra come hanno selezionato casualmente un edificio a New York City e tutti i suoi attributi possono essere visti. Allo stesso modo, è possibile preparare più query in base alle strutture, ad esempio: dove si trovano determinate strutture che hanno un intervallo di altezza specifico o la definizione di percorsi ottimali

Supporta la gestione di strati come IntegratedMeshLayer, che è un blocco di informazioni da sensori come i droni. Non contengono informazioni isolate di ogni struttura come l'immagine precedente, ma è una massa di informazioni con attributi 3D.

Per quanto riguarda le nuvole di punti, puoi giocare con la dimensione dei punti per avere una migliore visualizzazione dei dati, poiché ogni livello di punti può avere miliardi di punti di informazione, ma non sono rappresentati come un oggetto 3D stesso.

Hanno specificato l'uso della simbologia nei dati 3D, che sono presentati in forme piatte / piatte, e la simbologia del volume associata agli oggetti creati in 3D. Questi possono essere in stili specifici a seconda del tipo di oggetto. Hanno mostrato l'uso dei cosiddetti Estrusi per "colorare" la struttura in base ai suoi attributi,

Sono stati mostrati i tipi di rendering che possono essere utilizzati: simplerenderer, dove tutti gli oggetti hanno un'unica simbologia, il uniqueValueRenderer dove puoi classificare gli oggetti, secondo un attributo, e il ClassBreakRenderer dove gli attributi di ciascun oggetto sono osservati rispetto ad una classe: in questo caso hanno indicato la distanza dall'edificio necessario per accedere al sistema di trasporto pubblico.

I relatori hanno mostrato nel breve webinar di tempo, tutti i vantaggi dell'utilizzo dell'API ArcGIS per Javascript, tra cui:

  • Widget 3D: con una dimostrazione interattiva hanno indicato la distanza tra gli oggetti, sia orizzontalmente che verticalmente.
  • Costruzione di applicazioni: dalla posizione e dagli oggetti 3D.
  • Modalità scena SceneView: definisce il contenuto e lo stile della vista 3D e può essere caricata su Portal for ArcGIS.
  • Misure geodetiche: non si concentra solo sulle strutture della superficie, ma consente anche di misurare le distanze nel globo.
  • Creazione di applicazioni, modellazione 3D in base alla realtà dello spazio, linee o bolle in cui sono indicate determinate funzioni, ad esempio i tag che possono essere visualizzati su piattaforme come Google Earth, in questo caso 3D
  • Declutter: utilizzato per purificare o etichette filtro o caratteristiche che sono necessari per visualizzare sulla mappa 3D, evitando così un sacco di etichette che non permettono una corretta visualizzazione, e causare rumore quando trovare qualcosa specifico.

Seguendo le dimostrazioni di ciascuna caratteristica incorporata in  API ArcGIS per Javascript, ha mostrato le novità da presentare nella nuova versione 4.10. Dove avrai la possibilità di:

  • Costruisci il livello di scena
  • Widget Slice: che trasmetterà informazioni progettate in precedenza a un oggetto 3D
  • Caricamento di una grande quantità di dati: non solo corrispondenti a una città specifica, ma a livello nazionale (paese).
  • Filtri a nuvola di punti

Contributi di questo webinar alla geoingegneria

Insomma, l'argomento è molto valido; ricordando che le tendenze verso i Digital Twins e le Smart Cities richiedono che, oltre a pensare alla gestione delle informazioni, la cui modellizzazione è stata ampiamente superata, si affronti l'integrazione con la modellazione operativa. Il mercato è ampio, promettente e ad oggi dispone già di molte soluzioni quasi chiavi in ​​mano per l'utente finale; anche se per quelli di noi che usano la tecnologia per realizzare strumenti non in scatola, la strada è ancora difficile. Ciò implica che convergono le altre dimensioni come tempo, costo e ciclo di vita dei processi; non a livello di dati e tecnologia, che, come insistiamo, è una questione chiara, ma piuttosto nell'adattamento meno doloroso alle azioni della vita reale dell'utente prima degli intermediari nella catena transazionale che passano attraverso le informazioni spaziali. Dal punto di vista ESRI, la costruzione dei dati è alquanto ardua, perché sebbene sia già possibile integrare i dati BIM costruiti su Revit, sono ancora visti come due mondi separati che richiedono una trasformazione complessa. Le nuove opere potranno sicuramente essere utilizzate su modelli BIM, ma c'è una quantità eccessiva di informazioni CAD che per portarle in condizioni Indoor, con spazi poligonali, prospetti e layer normalizzati è ancora costoso.

Tuttavia, se Esri merita un merito, è il progresso nella visualizzazione semplice e attraente. Posso già immaginare le delusioni di Don Jack, con la sua ottica di «rendiamolo facile» i capi delle linee verticali di AutoDesk, in quel matrimonio tardivo ma riuscito dove «quasi un'applicazione ArcGIS Pro»Bisogna trovare sotto le lenzuola come una scarpa con più pezzi che puntano alla stessa cosa ma con difficoltà a semplificare l'essenza del risultato che la topografia, l'ingegneria industriale, l'ingegneria civile e l'architettura cercano. Ed è che la tendenza alla semplicità della mappa artistica che ha subito il GIS, deve ancora essere vissuta dal CAD convenzionale, a causa di quell'abitudine di dimenticare che un piano è solo un mezzo, ma che l'importante è mettere in funzione l'edificio.

Buone pratiche di modellazione GIS, leggero, incentrato sulla astrazione della realtà, sarà utile per CAD / BIM ibrido, che per un po 'dovrà vivere, perché l'adozione del BIM in molti paesi va a lungo, soprattutto dalla normativa inettitudine funzionari di vecchio stampo incollati sulle prime due lettere della visione AECO.

La gara sarà interessante nei prossimi anni, in una tendenza molto simile per portare a un flusso continuo la sequenza CAD-GIS-BIM-DigitalTwin-SmartCity; come evidenziato dalle azioni a fianco di Siemens / Bentley nell'acquisizione di soluzioni come CityPlanner e il rilascio di open source su Javascript.

Per ora, diamo credito a Esri per lo sforzo di sinergia con AutoDesk, oltre l'integrazione dati / tecnologia, in un approccio di integrazione processo / attore. Alla fine, è un guadagno per gli utenti, che sono lasciati a garantire quel passaggio per imparare a capire modelli e codice; per iniziare almeno un buon corso su ArcGIS Pro e nozioni di base su Javascript.

Questi sono alcuni corsi che ti consigliamo di tenerti aggiornato, a prezzi accessibili.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.