Dove sono gli utenti di gvSIG?

In questi giorni verrà offerto un webinar su gvSIG per saperne di più sul progetto. Sebbene un obiettivo forte di questo sia il mercato di lingua portoghese, come viene fatto nell'ambito dell'evento MundoGEO, il suo ambito andrà oltre, quindi cogliamo l'occasione per analizzare alcune delle cifre che ho assimilato nella mia esperienza.

GvSIG è diventato il sistema di informazione geografica più diffuso nel contesto di lingua spagnola e forse il progetto con una strategia di internazionalizzazione più aggressiva che cerca la sostenibilità nella comunità piuttosto che nella sponsorizzazione. Nonostante sia uno strumento chiaramente prioritario come GIS desktop, 100,000 download della stessa versione costituiscono un numero interessante di utenti da 90 paesi e con traduzioni in 25 lingue. Il suo più grande potenziale risiede nel suo approccio come thin client di IDE (Spatial Data Infrastructures) in cui può integrare progetti che sfruttano il potenziale di altri strumenti Open Source. 

Ho parlato di questo in diverse occasioni, quindi suggerisco di indice del contenuto di gvSIG, ora controlliamo dove sono gli utenti, usando per le query quasi 2,400 che ho ricevuto in Geofumadas negli ultimi mesi, dove la parola gvSIG è inclusa come parola chiave.

Il grafico mostra i paesi da cui provengono le richieste. Per qualche motivo è difficile per me includere la Spagna per motivi di codifica dei caratteri, perché non credo che sia così facile inserire un'immagine come questa in un post di blog, con HTML5; passando il mouse viene visualizzato il rapporto spiegato in seguito.

A prima vista si può vedere come si è diffuso gvSIG America Latina e Spagna, ma anche venire a vedere le query provenienti da paesi europei e di altri continenti lontani hanno guidato progetti di gvSIG, nonostante che non ci non parlano spagnolo che è il bersaglio di egeomates.

 

Nella coscienza di coloro che sono gvSIG

Ora vediamo questo altro grafico, dove puoi vedere il posizionamento che gvSIG è arrivato ad avere. Per questo ho considerato il numero di ricerche ma ho creato un rapporto di confronto per ogni milione di utenti internet che ogni paese ha (non abitanti). Il rosso è il rapporto, il blu è il numero di ricerche nel campione di 2,400 query.

Interessante, la Spagna è seguita da Uruguay, Paraguay, Honduras e Bolivia.

Poi un secondo blocco dove sono El Salvador, Ecuador, Costa Rica e Venezuela.

E poi Panama, Repubblica Dominicana, Cile e Argentina.

Tutti possono trarre le loro conclusioni, ma la verità è che il miglior posizionamento si ha nei paesi con risorse economiche limitate, anche se lo scarso accesso a Internet provoca un rumore che fa aumentare il rapporto. Questo di solito è più che ovvio, ma è anche incoraggiante poiché questi sono i paesi in cui si verificano Tassi più elevati di pirateria. Dove anche la presenza del GIS privato ha meno grandi aziende; Come vediamo Perù, Argentina e Cile, nonostante abbiano comunità attive di utenti gvSIG, hanno aziende che lavorano molto duramente per fare pressione sui progetti per implementare piattaforme non open source, principalmente Esri.

 

Dove sono più utenti di gvSIG

E infine diamo un'occhiata a questo grafico. Si tratta di dove si trovano gli utenti gvSIG in base al paese, utilizzando una relazione percentuale dello stesso numero di visite che utilizzavano gvSIG come parola chiave.

La metà degli utenti è in Spagna, dove anche se non è l'unico strumento gratuito, il posizionamento nelle aziende che offrono formazione, università e comunità utenti è degno di una particolare revisione. 

Poi c'è un 25% occupato da Argentina, Messico, Colombia e Venezuela; Oltre ad essere paesi con molti milioni di utenti su Internet, le comunità degli utenti gvSIG hanno contribuito anche alla Fondazione, in particolare Venezuela e Argentina.

Dopo Cile, Perù, Ecuador e Uruguay che insieme aggiungono un altro 10%.

È chiaro che questa è un'analisi degli utenti ispanici, poiché il 98% del traffico di Geofumadas è di lingua spagnola. Certo, altri siti riempiono il traffico italiano, francese e di altri paesi europei che è in crescita anche per la vicinanza e le comunità di utenti. Man mano che gli strumenti si diffondono e vengono appropriati da comunità e istituzioni forti, la Fondazione avrà una pausa dalle preoccupazioni comuni che affliggono tutti noi come: 

In che misura è possibile che una crisi in Europa influisca sulla fonte di finanziamenti che ancora alimenta il progetto?

Naturalmente, il miglior difensore di gvSIG devono essere gli utenti che scommettono sulla libertà basata su una competitività equa e sostenibile. Né dobbiamo dimenticare la quota di orgoglio che dobbiamo avere (nonostante i disaccordi individuali che possiamo avere), l'internazionalizzazione di uno strumento che è nato dal nostro contesto ispanico dovrebbe darci soddisfazione.

gvSIG

Per saperne di più sul progetto gvSIG, è possibile iscriversi al Webinar che sarà martedì 22 de Mayo

https://www2.gotomeeting.com/register/732386538

2 risposte a "Dove sono gli utenti gvSIG"

  1. Esatto Da qualche parte nell'articolo è menzionato.

    saluti

  2. Vorrei specificare nella notizia che saranno gli utenti di lingua spagnola. gvSIG ha anche utenti di altre lingue, ad esempio l'italiano, che sicuramente non entrerà in spagnolo.

    Altrimenti lavoro molto buono

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.