Bentley Map Potrebbe essere più difficile?

Il passaggio di MicroStation Geographics a Bentley Map è un miglioramento di funzionalità che questo strumento ha fatto, e, naturalmente, cercare di forzare per vincere gli utenti di altre soluzioni come MapInfo, ArcView, e ora tutta una serie di programmi di basso prezzo e open source .

In questo momento che sto lavorando con un comune di dimensioni normali che vuole implementare una soluzione GIS, mi hanno chiesto di proporre loro un marchio. Ho spiegato loro che non funziona così, che sono loro che devono decidere, quindi ci siamo seduti per misurare le aspettative, tra ciò che vogliono fare, i soldi che hanno e le alternative di sostenibilità disponibili alla loro inevitabile routine di cambiare le persone ogni quattro anni per questioni politiche.

Dopo aver esaminato diverse soluzioni, concludiamo che non vogliono software open source o poco conosciuto. Poiché sono utenti che provengono da ArcView 3x e Microstation J, erano interessati a sapere quanto fosse facile implementare un database spaziale, ho mostrato loro come funzionava ArcCatalog di ESRI, hanno posto domande di base sul motivo per cui ArcSDE era necessario e quale differenza c'era tra ArcIMS e GIS Server. Quando ho iniziato la spiegazione dell'amministratore geospaziale di Bentley Map mi hanno ascoltato per rispetto, ma alla fine, essi traroscaron gli occhi un mezzo come Garfield e mi hanno detto nei loro cuori che altri mi avevano già detto:

Non potrebbe essere più complicato?

Fino ad oggi, gli utenti hanno difficoltà Geographics migrato a Bentley Map, non solo a causa di ciò che implica nel cambiamento dati o la ricostruzione di strumenti personalizzati, ma anche perché la Leggimi non è sufficiente e non ci sono tutorial guidati che spieghino l'ordine da seguire. Per esempio:

Capire cosa fare in Geospatial Administrator, in quale utente, come configurare i domini, come creare moduli per alimentare il dgn xml, non è così intuitivo. La semplice comprensione della relazione criteri-operazione-metodo-interfaccia utente è un po 'difficile alle 3 del mattino.

Non dicendo che va dal lato della mappa, con il Comando Gestione e Map Manager.

Bentley map Quello che succede è che l'utente si aspetta di trovare pulsanti Geographics come era prima -Non ci sono stati molti a proposito-.

Il Map Manager ha preso quello che era il Display Manager, l'analisi topologica è ora chiamata Overlay, e per questo stesso posto sono andati il ​​Buffer e la mappatura tematica. Se questo non viene cercato con una lente d'ingrandimento, chiunque può pensare che Bentley Map non abbia questo tipo di funzioni.

Quindi il Feature Manager era nel pannello laterale destro noto come Command Manager, da cui le funzionalità non possono essere disattivate o attivate ma solo create. Non c'è modo di applicare o rimuovere attributi del genere ... in conclusione, difficile per i più esperti.

Devo ammettere che questo senso di smarrimento non è cambiato da diversi anni, quando me lo è stato mostrato per la prima volta prima che si chiamasse così.

E 'stato alla 2004 user conference, quando è stato rilasciato potenziale Xml Feature Markup (XFM), che girava già su Geographics 8.5. Successivamente è stata chiamata Bentley Map, a partire da XM 8.9, e hanno chiamato tutta l'eredità di cui sopra. A questo punto, eravamo interessati al suo potenziale, ma con l'impressione che fosse ancora uno strumento grezzo, abbiamo deciso di ricostruire le routine che sono state fatte in Geographics.

I video mostrati di seguito sono stati preparati in 2005, dallo sviluppo di . NET Visual Basic di Microstation che un ragazzo di molti desideri ha fatto, mentre mentre Bentley integrò queste funzionalità in XM, di cui Ho parlato fa pochi giorni.

Guarda il video
Geographics a XFM. Dopo aver creato uno schema, è stato programmato per effettuare un trasferimento di layer, dal progetto Geographics montato su Oracle, si definivano le caratteristiche desiderate e le costruivano prendendo i dati in xml sullo stesso dgn. L'intenzione era che il comune avesse i dati nel dgn, senza complicare la vita con un database dove non c'era quasi nessuna connettività.
Guarda il video
catastali strato di Export. Come nel caso precedente, le mappe di un comune potevano essere esportate, i dati di base che erano di interesse per il layer xfm andavano come xml al dgn, inclusa la chiave catastale basata sulla settorizzazione. Con questo, ci si aspettava che potessero eseguire la manutenzione e quindi riconciliare centralmente i dati che differivano e che diventavano transazioni di manutenzione.
Guarda il video
Collegare un mappe comune. Ciò che questo strumento ha fatto è stato caricare da una recinzione, tutte le mappe che coincidevano geograficamente con quella geometria, tutte dai due strati creati nel passaggio precedente. Simile a ciò che faceva il Map Manager con ciò che era registrato nel file vicinanza.
Guarda il video
strati di cicli di alimentazione.  La Map Manager introduce questa funzionalità, ma in quel momento non abbiamo avuto alcuna altra origine rispetto a Geographics con il Display Manager, ma in questo caso con i livelli XFM.
Guarda il video
Analisi topologico. Con questo, cosa è stato fatto è stato quello di ricostruire la funzionalità delle topologie creazione e analisi Ho avuto Geographics. Potrei creare livelli di punti, linee, poligoni e quindi creare incroci tra di loro gener
Sono un rapporto HTML. In seguito si unì il Map Manager, ma penso mai con tale impianto.
Guarda il video
tematizzazione. Questo ora è disponibile in Map Manager, se vengono create classi Feature, ma prima che Geographics lo liberasse e come tale fosse sviluppato.
Guarda il video
Tematizzazione personalizzata.  Questo proveniva dagli attributi del database Oracle, anche se non erano incorporati nei dati XFM. Come in Geographics, ti è stato permesso di crearlo come dgn.
Guarda il video
Ricerca per attributi. Con questo è stata effettuata una ricerca di alcuni criteri, che è stato colorato quando selezionato. Ha anche permesso di inviare il report a html.
Guarda il video
Sondaggio socioeconomico. Capita che diversi comuni avessero oltre alla scheda catastale un rilievo socioeconomico, quello che abbiamo fatto è stato che dalla base Oracle, un pulsante effettuasse il trasferimento dei dati al layer xfm. In base ai criteri di tematizzazione, ha potuto posizionare una cella diversa, sfruttando quello che viene chiamato nel progetto "criteri".
Guarda il video
Trasferimento a centroide. Inoltre, poiché il comune, in base a determinati criteri, stava posizionando un simbolo diverso sul centroide, è stato programmato che i dati dell'indagine socioeconomica potessero essere trasferiti a questo centroide. Ovviamente, poiché il foglio che rappresentava il rilievo era troppo grande, la finestra di dialogo regolabile doveva essere lasciata ad entrambe le estremità, per rendere il video pazzo a causa delle dimensioni dello schermo.
Guarda il video
Evitare l'amministratore geospaziale. Capire come funziona è estremamente complesso, ho detto al programmatore di togliere la cosa orribile, quindi dal lato della mappa era possibile creare un nuovo attributo, assegnare il tipo, la simbologia e persino una finestra di dialogo con le proprietà. Ti abbiamo anche dato la possibilità di modificare una funzione già creata e persino applicare le modifiche agli oggetti già creati in precedenza.
Grande fumo, questo Bentley dovrebbe attuare è letteralmente a mal di denti farlo da lì.
Guarda il video
Caricare i dati di Visual Fox. C'era un sistema nel comune chiamato SIIM, che aveva i dati del file catastale sotto una metodologia di valutazione massiccia e sotto una nomenclatura catastale basata su quadranti. Bene, quello che abbiamo fatto è stato creare un modulo che leggesse i dati dal dbf, ma dalla mappa xfm in Microstation.
Guarda il video
Pubblicazione Web. La funzionalità di pubblicazione è stata aggiunta utilizzando Geoweb Publisher, estraendo i dati al volo dai layer disponibili in xfm.

Tutto ciò è stato fatto con Microstation VBA con un programma di installazione che ha lasciato tutto in esecuzione, il progetto XFM e persino Geo Web Publisher.

Perché non sono contento di tutto questo:

Primo, perché non c'era l'opportunità di sistematizzare il processo, basta fare i video. Ci avrebbe portato volentieri ai BE Awards nel 2007, sicuramente abbiamo ottenuto una nomination perché era il primo sviluppo su XFM.

Quindi, so che solo un paio di comuni è venuto ad attuarlo, perché i progetti governativi sono tristi dopo ogni 4 anni.

Infine, perché Bentley ha bisogno diin queste versioni 2008- migliorare la facilità di utilizzo di Bentley Map, che deve essere uno strumento GIS -A mio avviso-, non è pronto per una persona acquistare il pacchetto, prendere il manuale, cercare aiuto nei forum e implementare un sistema.

In conclusione, gli amici hanno optato per un'altra soluzione, nonostante i costi.

2 risposte a "Bentley Map potrebbe essere più difficile?"

  1. Lo sviluppo è stato eseguito sulla piattaforma Visual Basic che porta Microstation, con la versione 8.5, ed è stata eseguita su Geographics 8.5 e XFM che ha già portato quella versione.

    Il database è stato Oracle, la gestione dei mappe Bentley Project Wise e la pubblicazione Bentley Geoweb Publisher.

    Non so se c'è un riferimento sul web in cui è possibile trovare materiale su questo sviluppo, ma in quello che posso collaborare.

    Editor (at) geofumadas.com

  2. Vorrei sapere come abbiamo fatto moduli e qu programmato tutto e se io potessi dire dove posso in contrar una guida su ciò che si did'm in un simile al tuo, ma con Geographics progetto MicroStation v8 e bisogno di qualcosa di simile har grazie per il tuo sostegno

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.