Riviste 3, 10 egeomates nuovo per agosto

Almeno tre riviste di questo mese hanno creato articoli interessanti per l'ambiente geospaziale, e alcuni dei nostri hobby geek, allora vi suggerisco di problemi 10 per i vostri momenti di lettura sana.

 

riviste geospazialiGeoinformatics

Il mio preferito all'interno di un ampia gamma di riviste, arriva con interesse nei seguenti temi:

  • ISIP, il Sistema Informativo Integrato per il Supporto alla Produzione. L'articolo descrive il rimodellamento della sua infrastruttura, utilizzando un modello assemblato multistrato di Java, integrando Geoserver per il geoportale, OpenLayers per la distribuzione dei dati, GeoWeb Caché per ottimizzare l'indicizzazione spaziale e JBoss come server applicativo.
  • Il progetto Quantum GIS. In continuità con le applicazioni FOSS, questo articolo documenta l'esperienza d'uso e l'impatto che sta avendo in Tanzania QGIS, che per la sua versione recente esistono già quasi 200,000 download.
  • Il ruolo dei geometri. Un articolo di pregio, sebbene sia stato un argomento schiacciato negli ultimi tempi, vale per il suo contributo sistematico e la sua visione che seppur breve, abbastanza incentrata sul trend irreversibile della modellazione intelligente (BIM) e sulla forte esigenza dei gestori di dati geografici .
  • Rovine di Ostia. Progetto di rilievo archeologico una delle rovine più importanti dell'Impero Romano.

Si sta colpendo un annuncio di una pagina della compagnia petrolifera SHELL, che sta cercando consulenti 5 nel settore geospaziale che possono presentare domanda prima del 23 nel mese di settembre.

 

Linee di terra

riviste geospazialiUna grande pubblicazione del Lincoln Institute, che mantiene il suo tema all'interno della pianificazione territoriale, con un'enfasi speciale sullo sviluppo urbano. Questa copertina mostra un'immagine impressionante del Ponte Liede, a Guangzhou (Cina), la stessa città che chiamiamo Canton e da cui proviene il cibo cinese più diffuso nelle nostre città, tra cui Chop suey, che letteralmente significa "avanzi di tutti i pasti ".

La rivista ha articoli interessanti come:

  • Sviluppo urbano e cambiamenti climatici nel delta del fiume Pearl della Cina

    Il cambiamento climatico rappresenta una sfida significativa nel continuo sviluppo del Delta del fiume Pearl, a causa della sua geografia costiera, della sua densità di popolazione e del suo intenso sviluppo economico e infrastrutture.

  • Estendere la scala della conservazione dei grandi paesaggi

    Molti finanziatori ei loro partner pubblici stanno cercando di concentrarsi sugli sforzi cooperativi per la conservazione del paesaggio, per cui la comunità dei trust di terra ha un'ottima opportunità per sfruttare il suo buon lavoro intraprendendo più partenariati.

  • Esperienza recente con il recupero di plusvalenze a São Paulo, Brasile

    L'applicazione del principio della funzione sociale della proprietà, che fa parte del Piano Strategico di Pianificazione Territoriale di San Paolo di 2002, ha permesso l'emanazione della legislazione comunale che separa chiaramente il diritto alla proprietà dal diritto alla costruzione.

  • Città e infrastrutture: una strada difficile da percorrere
     
    Mentre le economie nazionali ei ricavi delle amministrazioni locali si riprenderanno, una delle priorità fondamentali sarà quella di bilanciare le spese correnti dei servizi con gli investimenti a più lungo termine nell'infrastruttura.

 

riviste geospazialiPC Magazine

Dopo che la versione stampata è scomparsa, poi quella ispanica, è rimasta senza un volto che desse il tocco personale e le linee generali di ogni edizione. La novità del numero di settembre è che Dan Costa si alza come redattore e ci sorprende con un saluto in cui ci chiede aiuto per il suo nuovo incarico; sembra ironico ma il tono con cui è posto e il valore che offre ai lettori è chiaramente elaborato.

Non lo so, ma secondo me tra i suggerimenti più significativi ci sarà che la rivista deve cambiare nome, da tempo ormai si parla più di iPad, iPhone e Apple che dello stesso PC. Come mostra l'articolo di copertina è “Le 100 applicazioni per iPad più utilizzati ".

  • John C. Dvorak. Mi piace leggerlo, forse perché mi identifico molto con il suo tocco nostalgico e ironico di fronte alla resistenza che l'adattamento della tecnologia richiede. In questo numero si fa una grottesca presa in giro di Ted Koppel negli anni fioriti di Nightline, fingendo di raccontare il futuro delle macchine da scrivere nel 1985. Non ultimo l'articolo si chiama "The Year of Living Ignorance".
  • Social networks. Le 20 migliori applicazioni per Facebook, interessante sapere che c'è più di animali da fattoria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.